Italiani all’estero, Romagnoli (PdL): vicino a chi diffonde lingua e cultura italiana nel mondo

Massimo Romagnoli, PdL, presidente del Movimento delle Libertà, va a mille: continua il suo tour europeo fra i connazionali residenti nel Vecchio Continente. Incontri, riunioni, interventi pubblici, che Romagnoli svolge in maniera puntuale almeno da 5 anni, e non solo ora, a poche settimane dal voto politico, come invece stanno facendo altri suoi colleghi. E’ proprio questa la differenza fra Romagnoli e alcuni parlamentari eletti all’estero: la costanza dell’impegno, la passione, la voglia di essere sempre al fianco delle comunità italiane.

L’ultima riunione Romagnoli l’ha tenuta mercoledì 19 novembre, a Norimberga, in Germania, con Fortunato Russolillo, Presidente ASCIT – Associazione scuole italiane.
 
Si è parlato soprattutto di diffusione e promozione della lingua e della cultura italiana, di finanziamenti a favore delle scuole italiane che operano in Europa, di sostegno alla nostra identità nazionale.

“Sono da sempre vicino a coloro che operano all’estero per divulgare la lingua e la cultura italiana, a chi si impegna nell’insegnamento e nella lettura recitata dei nostri capolavori letterari, a chi diffonde l’eccellenza dell’Arte italiana e dei tanti musei a cielo aperto, come viatico alla comprensione più approfondita del background inimitabile di cui andiamo fieri”.

“Sostenere la cultura", conclude Romagnoli, "è obiettivo primario e inderogabile per qualificare come merita la nostra immagine nel mondo; il Parlamento ha il dovere di farsene promotore e di legiferare su finanziamenti sicuri e durevoli a garanzia del successo. Noi ci saremo".

NESSUN COMMENTO

Comments