Italiani all’estero, Picchi guida di Forza Italia nel mondo? Sarebbe un errore – di Maurizio Raviola

Gentile Direttore,

         il sottoscritto Maurizio Raviola, componente del direttivo di un Club Forza Silvio (in attesa solo dell’ufficialità) fa presente alla Sua attenzione, dopo essere venuto a conoscenza – proprio attraverso ItaliaChiamaItalia – della probabile riconferma dell’On. Guglielmo Picchi a responsabile di Forza Italia nel mondo, tutti i suoi dubbi su tale nomina.

Auspicherei che tale incarico venisse conferito a una persona che non fosse un eletto della Circoscrizione estero, come nel caso dell’On. Picchi, perché d’altra parte si verificherebbe anche un conflitto di interesse. Lo scrivente aggiunge che nelle ultime elezioni politiche il suddetto onorevole ha avuto un ruolo importante nella compilazione della lista PDL per la Circoscrizione estero e soprattutto per quella che riguardava l’Europa, dove era capolista, inserendo solo nominativi a lui vicini, in particolar modo Simone Billi, un suo collaboratore già nelle precedenti elezioni del 2006 e 2008.

Il suddetto Simone Billi, residente solo da pochi anni in Svizzera, era ed è un emerito sconosciuto alla comunità italiana locale, ma nonostante ciò è stato nominato, improvvisamente, nello scorso aprile dall’on. Picchi addirittura nuovo coordinatore PDL in Svizzera.

Questa è la dimostrazione che l’On. Picchi ha gestito il PDL in modo del tutto personale, badando solo ai suoi interessi. Alle ultime elezioni avrà pure preso circa 20mila preferenze, ma il PDL ha perso circa la metà dei voti nella Circoscrizione estero se confrontiamo il risultato con le precedenti elezioni del 2008. Di conseguenza è stato bravo a farsi eleggere, ma ha distrutto il partito!

Per i suddetti motivi il sottoscritto ritiene che se l’On. Picchi dovesse riottenere la nomina a responsabile di Forza Italia nel mondo, sarebbe un grave errore.

Maurizio Raviola (Svizzera)

Comments