Italiani all’estero, Narducci (Pd): ancora possibile stabilizzare Museo dell’Emigrazione Italiana

Oggi, nel Complesso del Vittoriano a Roma, c’è stato l’incontro promosso dal sottosegretario agli Affari esteri Staffan de Mistura con alcuni parlamentari eletti nella circoscrizione Estero, con Direttore generale della DGIEPM, Min. Cristina Ravaglia, e i Presidente del Comitato scientifico del Museo, Lorenzo Prencipe, per valutare la situazione del Museo dell’Emigrazione Italiana ed il suo finanziamento. L’on. Franco Narducci (PD), che ha partecipato all’incontro, ha ringraziato il sottosegretario de Mistura ricordando l’importanza di ogni sforzo per mantenere in vita il Museo dell’Emigrazione Italiana in cui si trovano tanti documenti di varie fonti, anche dell’associazionismo, e si “respira” la memoria dell’emigrazione italiana in un secolo e mezzo di storia. L’on. Narducci, che ha presentato un progetto di legge in Parlamento per stabilizzare il Museo dell’Emigrazione Italiana (in avanzata fase di approvazione), ritiene che con l’impegno del Governo “si possa approvare l’emendamento Micheloni alla legge di stabilità in discussione al Senato, che a sua volta riprende l’emendamento da me già proposto alla Camera sempre in sede di esame della legge di stabilità. Sono convinto – ha precisato Narducci – che i parlamentari eletti all’estero ed il Governo debbano lavorare in stretta sinergia per difendere l’esistenza del MEI, espressione alta dell’epopea italiana nel mondo, luogo della memoria e del legame tra le “due Italie”, quella che vive dentro i confini nazionali e quella che ha lasciato la madrepatria in cerca di lavoro in ogni parte del mondo”.

NESSUN COMMENTO

Comments