Italiani all’estero, Napolitano vola a Londra per Olimpiadi 2012

Pechino - Il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano nel corso dell'incontro con la stampa italiana, oggi 26 ottobre 2010. (Foto di Paolo Giandotti - Ufficio Stampa Presidenza della Repubblica)

Lo aveva promesso poche settimane fa, il 22 giugno, quando al Quirinale ha ricevuto Gianni Petrucci e tutti gli atleti italiani in vista delle Olimpiadi. Ed ha mantenuto l’impegno. Giorgio Napolitano arrivera’ giovedì a Londra per Giochi, con un’agenda piena, una sorta di triathlon di impegni olimpici. Cena con gli azzurri domani al Villaggio; venerdi’, dopo un’altra tappa azzurra con la visita a ‘Casa Italia’, il ricevimento con la regina Elisabetta a Buckingham Palace e la cerimonia di apertura dei Giochi.

Nel clan azzurro la soddisfazione per l’arrivo della massima Carica dello Stato e’ grande. Il presidente del Coni, Petrucci, sintetizza per tutti lo stato d’animo della delegazione italiana: ‘E’ una grande emozione incontrarlo qui – confida – Perche’ ogni volta che lui ci parla, ci commuove’.

Napolitano giungera’ in giornata. Nel tardo pomeriggio visitera’ il Villaggio olimpico, dove la portabandiera Valentina Vezzali e tutti i campioni azzurri lo attendono con impazienza. Una visita che riempie di orgoglio la squadra. C’e’ chi spera di poter scambiare qualche parola con il presidente della Repubblica, chi vuole soltanto una foto. E non e’ escluso che sia in preparazione una sorpresa per lui.

E’ una visita ricca di impegni. Il giorno dopo, venerdi’, Napolitano raggiungera’ Casa Italia presso il ‘The Queen Elisabeth II Conference Center’. E’ il punto di ritrovo degli italiani a Londra per le Olimpiadi: qui ci si incontra, si festeggia e qualche volta si piange anche per una vittoria sfuggita all’ultimo momento. Ma e’ anche il luogo dove l’eccellenza italiana viene messa in evidenza e si propone un’idea di un’Italia capace e vincente non solo sulle piste di atletica ed i campi di gioco.

Nel pomeriggio di venerdi’ il presidente prendera’ parte al ricevimento a Buckingham Palace con la regina Elisabetta, riservato ai rappresentanti istituzionali dei Paesi partecipanti. Un incontro che precede la grande ‘Cerimonia di Apertura dei XXX Giochi Olimpici’. Le televisioni di tutto il mondo riprenderanno l’evento. E sara’ proprio Giorgio Napolitano a rappresentare l’Italia, mentre gli atleti di tutte le nazioni sfileranno nello stadio olimpico di Londra.

Napolitano ha ricevuto la delegazione olimpica italiana lo scorso 22 giugno al Quirinale. ‘Faro’ di tutto per essere accanto a voi’, promise solennemente mentre consegnava il tricolore ai due portabandiera azzurri: Valentina Vezzali e Oscar De Pellegrin per la squadra paralimpica. E diede loro un incarico importante: ‘Con queste bandiere – disse – siete portatori della nazione italiana’. Da allora ha continuato a seguire con attenzione le vicende dello sport italiano. Nella memoria di tutti e’ rimasto la sua presenza alla partita inaugurale dell’Italia contro la Spagna agli Europei di Calcio in Polonia: a sorpresa, scese anche negli spogliatoi per congratulasi con loro. E creo’ un legame speciale con quella squadra e con i tifosi azzurri. ‘Napolitano ci e’ stato sempre vicino in questi anni di settennato. Sapevo che non sarebbe mai mancato. Grazie, presidente’, dice Franco Carraro, ora membro del Cio, mentre al villaggio olimpico si svolge la cerimonia dell’alzabandiera dell’Italia.

NESSUN COMMENTO

Comments