Italiani all’estero: ecco i direttori degli Icc di Londra, Mosca e New York

Il Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale Paolo Gentiloni ha nominato i Direttori di tre tra i maggiori Istituti Italiani di Cultura all’estero. La nomina e’ avvenuta al termine della procedura prevista per l’individuazione dei Direttori di Istituti Italiani di Cultura "di chiara fama" e basata sul lavoro istruttorio di una commissione in cui erano rappresentati oltre al Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, tra gli altri, il Ministero dei Beni e delle Attivita’ Culturali e del Turismo e il Ministero dell’Istruzione dell’Universita’ e della Ricerca.

I nuovi Direttori sono Marco Delogu all’Istituto Italiano di Cultura a Londra, Olga Strada all’Istituto Italiano di Cultura a Mosca e Giorgio Van Straten all’Istituto Italiano di Cultura a New York. Marco DELOGU (1960) trai piu’ grandi fotografi italiani. E’ editore, regista, curatore di mostre, direttore artistico di vari Festival. Olga STRADA (1960), organizzatrice culturale. Ha una profonda conoscenza di ambienti culturali russi anche grazie alle sue iniziative presso le maggiori istituzioni museali del Paese, tra i quali il Museo di Mosca e il Museo dell’Ermitage di San Pietroburgo. Giorgio VAN STRATEN (1955), scrittore, vincitore del Premio Viareggio con "Il mio nome a memoria". E’ stato Consigliere di Amministrazione della Biennale di Venezia, Consigliere di Amministrazione RAI, Presidente dell’Azienda Speciale PalaExpo di Roma e Presidente dell’Agis.

NESSUN COMMENTO

Comments