Italiani all’estero e primarie PdL, Romagnoli (PdL): nasce primo comitato pro Alfano a San Gallo

Il 16 Dicembre si terranno le primarie del Pdl fortemente volute dal segretario Alfano, per dare un segnale di volontà di rinnovamento e per rianimare attraverso la partecipazione diretta quel popolo dei moderati che costituisce in Italia la maggioranza silenziosa e che finora è apparso disorientato e apatico.

Massimo Romagnoli, esponente di punta del PdL in Europa e presidente del Movimento delle Libertà, è al lavoro per sostenere la candidatura di Angelino Alfano presso le comunità italiane residenti in diversi Paesi europei. Dopo avere annunciato nei giorni scorsi l’avvio della costituzione dei comitati pro Alfano nelle principali città del Vecchio Continente, oggi Romagnoli comunica ufficialmente la nascita del primo comitato pro Alfano, a San Gallo, in Svizzera.

Alla presenza del presidente MdL, si è tenuta una riunione che ha formalizzato la squadra del comitato. Il presidente è Pietro Cappelli, imprenditore di successo e rappresentante del made in Italy nel mondo, oltre che vicepresidente del Movimento delle Libertà.

Oltre a Cappelli, fanno parte del comitato per Alfano Antonio Ventrice, Lorenzo De Iacopo, Romeo De Iacopo, Giovanni Herrera, Rocco Pizzi, Daniele Mollica, Maria Folino, Simona Carreda, Angelo Citerà, Giuseppe Citerà, Boscardin Rene’ Lido. Un gruppo di provata esperienza sul campo, unito e compatto, che garantisce il successo dei numeri nella raccolta delle firme dei sostenitori.

Romagnoli ha voluto comunicare allo stesso segretario del PdL la nascita del comitato, attraverso una lettera. “Noi del Movimento delle Libertà siamo convinti delle qualità di Angelino Alfano e puntiamo ad ottenere, attraverso i comitati formati sul territorio, un largo sostegno alla sua candidatura per le Politiche del 2013 – dichiara Romagnoli -; siamo persuasi che Alfano sia il solo nel Pdl ad avere le carte in regola per la corsa verso Palazzo Chigi. La sua determinazione e il suo grande lavoro di riqualificazione e di rinnovamento del partito meritano il nostro appoggio e la nostra appassionata collaborazione. Centinaia di connazionali residenti in Europa sono stati già contattati e sono pronti a sottoscrivere presso i nostri comitati la volontà di contribuire con il loro voto al successo del segretario del nostro partito".

“Le primarie – prosegue Romagnoli – segnano un importante passaggio democratico per una formazione politica nata sotto la stella berlusconiana e strutturata attorno a quella; ma i tempi cambiano, e Alfano e’ stato il primo a riconoscere la necessità del rinnovamento, e ha avuto il coraggio di metterci la faccia e rischiare il tutto per tutto. Lo stesso Cavaliere alla fine si e’ persuaso a dare il consenso all’esperimento, pur tra qualche perplessità. L’ impegno del Mdl – conclude l’esponente PdL – va nella direzione di vincere questa scommessa, e fornire ad Alfano l’autorevolezza necessaria per la nomination alla guida del Paese”.

NESSUN COMMENTO

Comments