Italiani all’estero, dal Maie appello ai fratelli italiani fuori d’Italia

Qua la mano, fratello italiano, dovunque tu viva fuori dai confini della Patria Italia. Non importa la strada che ti ha portato fin qui, ma la tua voglia di proseguire il cammino con noi. Il MAIE è un progetto per gli italiani nel mondo nato fra gli italiani nel mondo. Quando le forze sono venute a mancare al nostro grande condottiero, Mirko Tremaglia, quando tutto sembrava destinato a deperire, da una terra lontana il figlio di un emigrato ha chiamato a raccolta le forze migliori dell’emigrazione. Ma prima di tutto il MAIE  è un sentimento comune, è la volontà di unirci per costruire. Quella stessa dei nostri padri, che, pur fra tante avversità, hanno saputo crearsi la loro realtà: città, chiese, ospedali, scuole, una rete di associazioni, che hanno conservato e tramandato i valori e le tradizione italiane. Senza nulla chiedere alla Patria lontana, anzi pronti a dare per aiutarla a superare momenti difficili.

Il MAIE ci ha ridato l’entusiasmo, l’orgoglio, la speranza. Il MAIE ci ha restituito il grande sogno di Tremaglia. Siamo il movimento degli italiani all’estero, non siamo un partito. Nulla abbiamo contro i partiti, ma non crediamo nell’utilità di ricreare artificiosamente fuori d’Italia divisioni partitiche che hanno ragione di essere solo in Italia.

Noi abbiamo la nostra specificità, i nostri interessi da fare valere. I partiti italiani hanno dimostrato di interessarsi a noi solo occasionalmente e solo distrattamente. Col mondo politico italiano il nostro grande movimento vuole trattare e stabilire sinergie da una posizione di forza che ci consenta di non dovere pietire qualche briciola di attenzione, bensì di pretendere il rispetto che è dovuto all’8% della popolazione nazionale che noi espatriati rappresentiamo. Cittadini italiani con eguali diritti a chi risiede entro le frontiere.

Qua la mano, fratello italiano. L’avvenire appartiene a noi! Marciamo insieme verso l’orizzonte. Uomini e donne, giovani e anziani, spalla a spalla, pronti ad aiutarci l’un l’altro. Noi che abbiamo ancora una canzone da gettare al vento e una bandiera da innalzare al sole.

Aderisci al MAIE. Fai circolare questo appello.

NESSUN COMMENTO

Comments