Italiani all’estero, connazionale aggredito in Slovacchia

L’anti-italianità è un "sentimento" che cresce nel mondo. Lo dimostrano gli episodi d’intolleranza verso i nostri concittadini che si verificano nel resto d’Europa e nel mondo. Dopo la donna italiana insultata in Svizzera, questa volta è stata segnalata una brutale aggressione a Bratislava in Slovacchia nei confronti di un italiano originario di Milano, ma residente da tempo in quel paese dove gestisce una galleria d’arte, ed il tutto a poche centinaia di metri dalla sua abitazione.

A linciarlo sarebbe stato un ex poliziotto che dopo essere sceso dalla sua Bentley Continental ha prima preso a pugni l’auto del malcapitato e poi gli ha sferrato un malrovescio in faccia ferendogli il labbro. Ovviamente la polizia locale poco o nulla ha fatto nei confronti dell’italiano che dopo aver atteso per un’intera notte l’interprete ha ricevuto la beffa di essere addirittura incriminato a sua volta.

Insomma, ancora una volta si verificano episodi del genere che dimostrano come anche nella stessa UE i nostri concittadini non siano sufficientemente tutelati.

NESSUN COMMENTO

Comments