Italiani all’estero, agroalimentare: a Berlino il made in Italy doc

Andreas Klitsch – del ristorante "Aigner am Gendarmenmarkt", uno dei piu’ apprezzati a Berlino – e’ stato quest’anno testimonial dell’eccellenza agroalimentare italiana. In occasione di Fruit Logistica, Klitsch si e’ esibito in una cena esclusiva programmata nel Salone delle Feste dell’Ambasciata d’Italia, organizzata da Confagricoltura e Camera di Commercio italiana per la "Con i suoi circa 5,2 miliardi di euro di import, la Germania e’ il primo Paese di destinazione dei prodotti agroalimentari italiani – sottolinea il presidente di Confagricoltura Mario Guidi -. Quello tedesco e’ un mercato maturo e consolidato e proprio per questo va curato ed esplorato a fondo. Le quote conquistate vanno mantenute, cosa sempre piu’ complessa in un mondo globalizzato, e vanno trovati spazi ulteriori di business per i nostri imprenditori e per i nostri prodotti".

"Fruit Logistica 2014" – fa presente Confagricoltura – e’ la piu’ importante fiera internazionale del settore ortofrutticolo e nel 2013 ha registrato la presenza di oltre 58.000 visitatori professionisti di cui 48.000 dall’estero e 2.600 espositori di tutto il mondo". Massiccia la presenza delle imprese italiane a Fruit Logistica dove dimostrano grandi capacita’ anche innovative. Come l’azienda Aureli di L’Aquila, nella rosa delle dieci candidate al premio "Innovazione dell’anno" di Fruit Logistica, per l’invenzione di panature a base vegetale che costituiscono un ottimo sistema per introdurre piu’ verdure nella dieta di adulti e bambini. Trattandosi di farine ottenute dall’essiccazione della materia prima, inoltre, il loro contenuto in vitamine e’ particolarmente elevato.

Comments