Italiani all’estero, a 23 anni Camilla trova il suo sogno in Spagna: ‘dell’Italia non mi manca niente’

Sempre più giovani italiani lasciano lo Stivale per andare all’estero. Oggi vi raccontiamo una delle tante storie che vedono protagonisti proprio loro, le nuove generazioni che scelgono di abbandonare l’Italia per cercare oltre confine nuove opportunità.

Lei si chiama Camilla Michetti, ha 23 anni, il sole nei capelli e una grande passione per il surf. E’ partita dall’Italia per andare a cercare il proprio destino all’estero e sembra averlo trovato in Spagna: dopo avere vissuto due anni e mezzo nelle Isole Canarie a Fuerteventura, da alcune settimane si trova a Santander.

Dopo il diploma – preso al liceo scientifico – Camilla ha iniziato a lavorare in un negozio sportivo, “per mettere da parte qualche soldo per la mia avventura”, spiega a ItaliaChiamaItalia. E a colloquio con il nostro quotidiano online si presenta: “Sono una surfista e da quando ho iniziato a praticare questo sport è entrato in me lo spirito del viaggiatore: i surfisti sono sempre alla ricerca di nuove onde e sensazioni in giro per il globo. Lavorare in un negozio mi ha fatto crescere molto a livello di esperienza e mi ha permesso di mettere le basi per partire con un’idea mia”. Quale? Un bed&breakfast per amanti del surf, ma non solo.

“Il mio ragazzo ed io, entrambi appassionati di onde e sport all’aria aperta, ci siamo trasferiti alle Canarie per la creazione del nostro progetto, la ‘Wolfhouse’. La Wolfhouse è il nostro bed&breakfast, una casa di amici, sognatori e amanti della natura. Abbiamo scelto le Canarie poichè era ed è tutt’ora una meta all’avanguardia con molto turismo sia d’estate che d’inverno”.

Camilla, che ancora non è iscritta all’AIRE – “ma penso che lo farò presto” -, ci racconta che prima di iniziare la sua avventura in Spagna, aveva già cercato fortuna oltre confine. “La prima volta che sono andata a vivere fuori dall’Italia è stato circa tre anni fa ed ero sola. Dopo alcune vicissitudini sono tornata a casa dalla mia famiglia e dopo poco sono partita nuovamente con il mio ragazzo Alessandro”. Sarà stata la presenza di Alessandro a portarle fortuna: “Ci siamo trasferiti in Spagna per la stagione estiva e con noi la nostra Wolfhouse. Dal primo di giugno abbiamo aperto una bellissima Posada in prossimità del mare a Loredo in Cantabria, a nord della Spagna. Alle Canarie, i voli per l’estate erano molto cari e avendo una clientela giovane abbiamo deciso di spostarci verso una meta più alla portata di tutti e che si può raggiungere anche in auto”.

“A Fuerteventura si vive benissimo: temperature favorevoli tutto l’anno, ritmi di lavoro più rilassati, tranquillità, cibo ottimo, costi accessibili, traffico inesistente, acqua cristallina e splendide onde”. Tuttavia, “penso che non sia per tutti vivere in un posto così: non ci sono alberi, non c’è nessuna traccia di verde, tira vento quasi ogni giorno e non ci sono librerie. L’italiano che può vivere a Fuerteventura, è una persona semplice, senza lussi e senza troppi averi, una persona che vive la vita nel modo più naturale, senza l’ ansia di mostrare o apparire. L’Italia la vedo un po’ come una grande vetrina, dove tutti si affannano a possedere e a far vedere ciò che possiedono per essere considerati dagli altri ”.

La famiglia di Camilla è contenta per lei: “Sono felici perché sanno che sto bene e sto realizzando i miei progetti. Mi hanno sempre appoggiata e aiutata a trovare le soluzioni migliori per me. Mi chiamano la ‘figlia avventura’, perchè sono sempre in giro, quando ho delle settimane libere dal lavoro della Wolfhouse, tavola sottobraccio e via in vacanza in qualche bel posto tropicale”.

La bionda Camilla non nutre alcun interesse per la politica, vive da italiana all’estero e in Spagna si trova bene. L’Italia? “Non ci torno spesso. Una, due settimana all’anno, per salutare famiglia, amici e il mio gatto”. Per il proprio futuro non ha in programma di ritornare in Patria: “Per il momento non penso di tornare a vivere in Italia. Ho 23 anni, ho aperto già due B&B, spero tra qualche anno di essere imprenditrice di qualcosa di ancora più prestigioso”.

Ok, niente Italia nei progetti di Camilla. Ma ci sarà qualcosa che le manca, del proprio Paese? “Sinceramente non mi manca niente, qua ho tutto, il mio ragazzo, la mia cagnolina, gli amici che di volta in volta mi vengono a trovare, le mie onde e il sole che mi illumina le giornate”. Grande Camilla, in bocca al lupo per tutto.

Twitter @rickyfilosa

NESSUN COMMENTO

Comments