Italiani all’estero, ‘Ottavio Missoni il Genio del Colore’ arriva a Dubrovnik

Dopo aver inaugurato l’Ambasciata culturale d’Italia a Maribor-Capitale Europea della Cultura 2012 ed aver proseguito il suo iter a Capodistria e a Pola, la mostra itinerante "Ottavio Missoni. Il Genio del Colore" approderà a Ragusa (Dubrovnik), dove sarà inaugurata domani, giovedì 9 agosto, alle ore 20.30, presso la Galerija Dulcic/Masle/Pulitika.

L’allestimento della mostra, che resterà aperta al pubblico fino al 9 settembre, è a cura dell’Unione Italiana, in collaborazione con le Gallerie Costiere di Pirano, l’Università Popolare di Trieste, la Fondazione Ottavio e Rosita Missoni, il Centro Italiano "Carlo Combi" di Capodistria e la Comunità degli Italiani "Santorio Santorio" di Capodistria, in collaborazione con la Galleria d’Arte di Ragusa. L’evento è patrocinato dall’Ambasciata d’Italia a Zagabria, dalla Città di Zagabria e dalla Regione Istriana.

La Croazia torna ad accogliere un evento espositivo dedicato allo stilista Ottavio Missoni, reso icona dell’eccellenza italiana nel mondo dal proprio inconfondibile segno cromatico. La mostra ne ripercorre la storia di successo illustrando alcuni aspetti che rivelano le profonde radici culturali insite nella produzione manifatturiera di alta gamma del made in Italy. Al tempo stesso entro il percorso espositivo si dipana la narrazione a tutto tondo di un intero percorso di vita che ha preso le mosse proprio sulle rive della costa dalmata.

La mostra si articola attraverso tre aree tematiche: la carriera dello Sportivo condotta ad altissimi livelli, l’attività del Creativo capace di costruire  solide realtà produttive e la pura e gioiosa avventura dell’Artista. Nell’evoluzione dei motivi iconografici e del caleidoscopio coloristico di Missoni si rivela al visitatore una straordinaria alchimia di talento, disciplina e passione, che traspone la creatività artistica in un marchio prestigioso e universalmente noto. La fulgida carriera atletica di Missoni ha inizio nel 1935 per raggiungere l’apice nel 1948 con la sua partecipazione alle Olimpiadi di Londra nella disciplina dei 400 metri ad ostacoli. Dopo aver aperto il suo primo laboratorio di maglieria a Trieste, è introdotto nel mondo dei tessuti e della moda dalla moglie Rosita Jelmini, la cui famiglia possiede una fabbrica di scialli e tessuti ricamati. Negli anni ‘60 le creazioni Missoni appaiono per la prima volta nelle sfilate di moda. L’11 febbraio 2011 la famiglia Missoni festeggia i novanta anni di Ottavio, mentre il marchio si appresta a celebrare il sessantesimo anniversario di attività.

Le sue creazioni sono state esposte nei più prestigiosi musei e gallerie d’arte del mondo, diventando anche parte della collezione permanente del Costume Institute del Metropolitan Museum di New York.

Oltre ad essere uno dei più prestigiosi stilisti contemporanei, Ottavio Missoni ha traslato con esiti felici le sue geniali invenzioni cromatiche anche nel campo dell’arte, ricalcando alcuni stilemi chiave delle proprie intuizioni estetiche.

NESSUN COMMENTO

Comments