Isola dei Famosi, Rocco Siffredi sul canna-gate: “Ma davvero polemizziamo per uno spinello?”

L’attore e produttore di film a luci rosse, ex naufrago: “Eva Henger mi sembra sia rimasta a mille anni fa, mi dispiace per lei. La cannabis ormai è usata in metà del mondo”

Rocco Siffredi entra a gamba tesa nel dibattito ormai diventato nazionale che riguarda il tanto discusso “canna-gate”, lanciato da Striscia La Notizia. Di cosa si tratta? In poche parole, alcuni naufraghi dell’Isola dei Famosi avrebbero fumato marijuana durante i primi giorni all’isola. Apriti cielo! E’ successo un pandemonio.

Eva Henger, ex pornostar, colei che se l’è cantata per prima, è finita nel tritacarne. “Mi dispiace per lei”, ha detto Rocco Siffredi, “ma Eva sembra essere rimasta indietro di mille anni”. “Mi dispiace anche per Francesco Monte (tra i naufraghi accusati di avere fumato, ndr), per una stronzata ha perso tutto”.

Ma la bomba che Rocco ha sganciato è quella che riguarda l’Isola a cui anche lui ha partecipato: “Anche nella mia Isola hanno fumato. Ma dico di più, è successo anche in tutte le altre edizioni. Però mai nessuno ha parlato di uno spinello in diretta tv”.

Rocco Siffredi, stallone italiano, attore e produttore di film porno che con gli anni ha raggiunto il successo e la fama internazionale, sottolinea anche che fare un caos mediatico per uno spinello è da preistoria: “La cannabis ormai è usata in metà del mondo, ma davvero stiamo facendo tutto questo per uno spinello?”.

Per Rocco Siffredi però “è stato montato un caso inutilmente”, perché “la cannabis è legale in metà del mondo”.

Lui all’Isola ci tornerebbe subito, e pure gratis: “E’ terapeutica, dovremmo farlo tutti almeno una volta all’anno. Sei lontano dallo stress, completamente immerso nella natura”.

Comments