Imu e italiani all’estero, che squallore questo Pd – di Nello Passaro

Nel leggere l’articolo circa l’iniziativa dell’On. Fabio Porta e dei suoi illustri compagni di avventura Pd in merito all’interpretazione del provvedimento Imu, tra l’incredulità e  lo scetticismo, ci si chiede se i nostri rappresentanti ci fanno o ci sono per davvero. Oppure ci vogliono prendere per i fondelli, trattandoci da imbecilli? Mi domando cosa stiano a fare in Parlamento.

Ciò che sta accadendo ancora in queste ore, con il tema Imu e italiani nel mondo, dimostra che certi eletti oltre confine non sono affatto all’altezza di rappresentare i nostri interessi, di noi italiani residenti all’estero.

A seguito dell’approvazione del provvedimento Imu a favore dei pensionati quelli del Pd avevano gridato al grande risultato in virtù del loro impegno. Solo adesso si accorgono di essere dei veri e propri incapaci, rimettendo all’interpretazione e alla volontà degli altri misure per le quali loro avrebbero dovuto dare delle indicazioni tali da dover contemplare gli interessi degli italiani all’estero.

Così per l’Imu, così per i Comites. In ogni circostanza sono solo capaci di dare dimostrazione della loro incapacità di interagire con la realtà del mondo che sono, nostro malgrado, chiamati a rappresentare. Fatalmente Porta e compagni si ravvedono dei loro errori solo in ritardo, lasciando agli altri la facoltà di interpretare contro i nostri interessi provvedimenti solo di facciata ma non sostanziali. Che squallore!

NESSUN COMMENTO

Comments