Immigrati, Salvini: “Siamo stranieri a casa nostra, ora basta!”

''Stiamo correndo il rischio di diventare come dei profughi in casa nostra, degli ospiti indesiderati”. “Noi siamo quelli che rompono le balle perche' diciamo no a questa invasione”

Il segretario della Lega Matteo Salvini continua a battere il territorio in vista delle prossime elezioni amministrative. Durante un incontro svoltosi nella serata di lunedì a Borgosesia per sostenere il candidato sindaco della Lega Nord, Paolo Tiramani, il Matteo padano ha scaldato gli animi dei presenti parlando di immigrazione: ”Stiamo correndo il rischio di diventare come dei profughi in casa nostra, degli ospiti indesiderati”. “Noi siamo quelli che rompono le balle perche’ vogliono semplicemente partorire, vogliono studiare, vogliono curarsi, vogliono lavorare a casa loro. Ma dobbiamo avere il coraggio di opporci a questa condizione: dove c’e’ un sindaco della Lega o sostenuto dalla Lega, se si deve dire ‘no’ si dice ‘no’, anche al Prefetto”.

All’incontro quasi 400 persone arrivate per ascoltare il capo del Carroccio, che durante il suo intervento ha voluto evidenziare il bisogno di unirsi ”per tornare a controllare la moneta, i confini, le montagne, il mare”. Tocca alla Lega “far scoppiare questo tremendo meccanismo che hanno messo in piedi”.

Matteo sarà ospite di Floris martedì sera, “gli regalero’ il chilo di riso che mi avete dato e gli chiederò: ma sai che cosa mangi?”.

Intanto Salvini continua a guardare al Sud, nonostante le critiche di Umberto Bossi. Il segretario leghista sarà Catania giovedi’ 20 aprile per un tour elettorale a sostegno di Attaguile. Angelo Attaguile, alla prima legislatura alla Camera dei deputati, “stamani davanti ad un notaio ha formalmente ufficializzato la sua adesione (corredata da oltre 11mila firme di elettori siciliani) alle primarie indette dal centrodestra siciliano – si legge in una nota – per individuare il candidato alla presidenza della Regione Siciliana”.