Immigrati, Renzi: ‘Difendiamo chi scappa dalla guerra’

Il presidente del consiglio Matteo Renzi, al termine dell’incontro a Villa Doria Pamphilj con il primo ministro svedese Stefan Lofven, a proposito di immigrazione ha detto: "Non posso dire che il piano di distribuzione" dei migranti elaborato dall’Unione europea "e’ stato un flop. Diciamo che al momento e’ solo un’idea. Ma non e’ quella la priorita’. Per me la priorita’ e’ dare un messaggio: difendere chi scappa dalla guerra".

Renzi sottolinea che "e’ impossibile continuare a pensare che l’immigrazione e’ un problema solo per l’Italia e la Svezia. E’ un problema per tutti, ma puo’ diventare una opportunita’ se si investe in Africa e si adotta un’idea che si concentri sul coraggio e non solo sulla paura".

Il presidente del consiglio sottolinea che "accogliere tutti e’ impossibile. Possiamo elaborare una strategia in Africa per avviare iniziative comuni da parte dell’Unione europea. In questa strategia la Svezia e l’Italia sono particolarmente legate. Questo perche’ il patrimonio comune nella cooperazione internazionale e’ un valore per l’Europa. Bisogna persuadere i nostri colleghi del fatto che c’e’ bisogno di una strategia piu’ globale orientata al futuro che superi la paura di chi crede che l’altro sia un problema", ribadisce Renzi.

Intanto continuano gli sbarchi di immigrati nel Sud Italia. Nelle scorse ore ne sono arrivati 460 a Catania e cinque presunti scafisti sono stati fermati dalla Polizia di Stato e dalla Guardia di Finanza di Catania con l’accusa di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina.

NESSUN COMMENTO

Comments