Immigrati, la Lega Nord: stop a Mare Nostrum

"Sospendere l’operazione Mare Nostrum, una sorta di traghetto per l’Italia che, insieme all’abolizione del reato di clandestinita’, ha spalancato le porte all’invasione". È l’obiettivo della mozione della Lega Nord, a prima firma Giorgetti, presentata oggi in aula dal deputato Marco Rondini.

"Chiediamo di interrompere l’operazione, costosa e controproducente. Sono infatti 9,3 i milioni di euro che i cittadini italiani pagano ogni mese per il funzionamento, la manutenzione dei servizi e per il personale impiegato, secondo l’ammissione dello stesso ministro Pinotti. A questo vanno aggiunti i costi per vitto e alloggio dei richiedenti asilo, che possono andare dai 30 euro – se i migranti vengono ospitati nei centri d’accoglienza – ai 140 euro se, come spesso capita, sono ospitati in alberghi di lusso”.

“Ci sono poi i costi sanitari", aggiunge Rondini. "Noi riteniamo che uno Stato serio abbia il dovere di fermare e prevenire fenomeni come questo e di non lasciarsi ‘sommergere’. Val la pena ricordare che se alle fasce piu’ deboli della popolazione italiana fosse offerto lo stesso trattamento oggi riservato ai migranti, alla nostra gente sarebbe garantito un determinante sollievo. In Italia, secondo l’Istat, 4 milioni e 814mila persone vivono nella poverta’ assoluta (cioe’ ‘non sono in grado di poter svolgere una vita dignitosa’). Sono l’8% della popolazione", conclude.

NESSUN COMMENTO

Comments