Immigrati, Berlusconi: “Con noi 4mila in un anno, col Pd siamo già a 100mila”

Intanto Giorgia Meloni è in Sicilia per aprire le danze nel centrodestra. La leader di Fratelli d'Italia ha formalizzato il suo appoggio a Nello Musumeci

foto: LaPresse

Silvio Berlusconi, presidente di Forza Italia, interviene con una nota nel dibattito che ruota intorno al tema dell’immigrazione. Il Cavaliere, sempre più presente su tv e giornali, ricorda che il suo governo “era riuscito a impedire che i migranti partissero dall’Africa” e lo aveva fatto “stipulando accordi bilaterali con i Paesi della sponda sud del Mediterraneo, prima fra tutti la Libia di Gheddafi”.

Risultato? Nel 2010 appena 4000 immigrati, mentre quest’anno ne sono già sbarcati quasi 100mila. Con il governo del centrodestra, invece, “venivano prima soccorsi e poi riaccompagnati nei Paesi di origine”.

“Se dopo sei anni i governi della sinistra hanno finalmente capito che questa è la strada giusta da seguire per bloccare l’arrivo di immigrati sulle nostre coste, siamo i primi a compiacercene. Abbiamo sempre manifestato la nostra disponibilità, in virtù della nostra esperienza, a dare una mano al Governo, che però nonostante le dichiarazioni di buona volontà, ha preferito fin qui continuare su una strada sbagliata. Quando il Presidente del Consiglio Gentiloni martedì andrà alle Camere per riferire i dettagli della collaborazione con la Libia per il contrasto all’immigrazione, verificheremo senza pregiudizi se sarà concreto, fattibile e in linea con la politica rigorosa seguita da sempre dai governi di centrodestra. Forza Italia è sempre dalla parte degli italiani, a prescindere da quale partito sia pro-tempore al Governo”.

Quello di Berlusconi sembra quasi un avvertimento, probabilmente lo è. Intanto Giorgia Meloni è in Sicilia per aprire le danze nel centrodestra. La leader di Fratelli d’Italia ha formalizzato il suo appoggio a Nello Musumeci, candidato alla guida del dopo Crocetta. Un passato nell’Msi e in An, Musumeci è l’uomo sul quale potrebbero convergere le varie anime del centrodestra. L’auspicio di Meloni e dello stesso candidato alla guida della Sicilia è che anche le altre forze politiche alternative al Pd e a Crocetta possano “raccogliere l’appello lanciato” e sostenere un’unica candidatura contro Pd e M5s. “Io sarò in prima linea in campagna elettorale”, ha assicurato Meloni.