Immigrati, arrivano a migliaia. Tanti muoiono prima. Forza Italia, ‘ora basta’

Sono sempre di più gli immigrati clandestini provenienti dal Nord Africa che sbarcano sulle nostre cose. L’invasione non si ferma, anzi cresce, complice il bel tempo e le buone condizioni del mare. Solo nelle prossime ore, la nave San Giusto sbarcherà a Crotone 1367 migranti soccorsi negli ultimi giorni nel canale di Sicilia. Arrivano in continuazione e il loro numero continua ad aumentare.  

C’è chi muore, durante questi viaggi. Il Mediterraneo è tomba di chissà quanti disgraziati fuggiti da guerra e fame. Decine di migliaia di cadaveri sul fondo del mare, forse di più. Intanto nel canale di Sicilia si consuma l’ennesima tragedia: un peschereccio stracarico di migranti si capovolge, sei i morti, un numero imprecisato di dispersi, 364 le persone tratte in salvo dagli uomini della missione Mare Nostrum. Il bilancio è ancora provvisorio.

Nelle stesse 48 ore sono stati quasi 4.000 i migranti tratti in salvo dalle navi della Marina militare.

Nel frattempo cresce la polemica intorno a Mare Nostrum. Dall’inizio dell’operazione sono stati 113mila gli immigrati tratti in salvo, ha detto oggi il capo di stato maggiore della Marina, Giuseppe De Giorgi, che auspica la trasformazione dell’operazione in una missione multinazionale a guida italiana. Nove sono stati gli abbordaggi di navi, quattro le navi madre catturate, 230 gli scafisti fermati. Secondo De Giorgi, "Mare Nostrum ha rallentato l’arrivo dei clandestini in Italia. Gli sbarchi sono aumentati per lo sfascio cui si assiste nei paesi di origine dei migranti, non per Mare Nostrum, che ha invece consentito di ridurre la illegalità in alto mare offrendo loro una accoglienza migliore".

Eppure l’Italia non ce la fa più. Spende milioni di euro per affrontare un’invasione senza limite. Il ministro dell’Interno, Angelino Alfano, l’ha detto chiaro: Mare Nostrum non può continuare ancora a lungo, l’Europa deve intervenire. E gli italiani sono d’accordo con lui, almeno a giudicare da un sondaggio lanciato stamattina da SkyTg24: anche se il dato non ha valore scientifico, ben il 92 per cento del campione è d’accordo con il ministro dell’Interno. Dunque, “o la questione immigrazione viene presa in carico dall’Europa – parole di Alfano – o l’Italia dovrà adottare le proprie decisioni".

Forza Italia continua a dire che Mare Nostrum è un fallimento: “Sospendere MareNostrum, rintrodurre reato di immigrazione clandestina, sospendere salvataggi e trasbordi sul suolo italiano #adessobasta": è il tweet di Daniela Santanchè.

Il Pd, da parte sua, promette che “con il semestre europeo l’Italia saprà battere i pugni sul tavolo per rivedere le politiche di immigrazione e accoglienza”, visto che “i confini della Grecia, della Spagna e dell’Italia sono i confini tutta l’Europa”, precisa Edoardo Patriarca, deputato dem. Riuscirà il nostro Paese a fare sentire davvero, con forza, la propria voce nella Ue? 

Matteo Salvini, leader della Lega, su Facebook scrive: ”Altri 6 immigrati morti nel Mediterraneo e altri 4.000 immigrati in arrivo in Italia, grazie alla demenziale Mare Nostrum. Altro sangue sulle coscienze di chi governa, altri milioni buttati alla faccia degli italiani, soldi che sarebbero meglio spesi in Africa”. Nel frattempo Matteo Renzi ”si rovescia acqua gelata in testa, che purtroppo non lo sveglia…”.