“Il Motoraduno del Cuore”, le due ruote incontrano la bellezza di Maratea

"Il nostro è un mondo di fratellanza, e un vero fratello ti accoglie a tavola e mostrandoti le bellezze dei propri posti", spiega Antonio De Filippo, presidente del motoclub

Unire la passione per le due ruote alla tradizione dell’enogastronomia locale. Maratea si apre al mondo e lo fa non soltanto con la meraviglia del suo mare e delle sue spiagge, ma anche con il mondo delle moto. L’edizione 2018 di “Il Motoraduno del Cuore”, organizzato dal motoclub “Il Redentore”, unisce tutto ciò, offrendo un tour escursionistico ed enogastronomico senza precedenti.

Una tre giorni che ha preso il via nel pomeriggio di ieri, con un tour nelle contrade Brefaro e Massa e proseguito con degustazioni delle mozzarelle tipiche del luogo e cena a base di pesce.

“Il nostro è un mondo di fratellanza, e un vero fratello ti accoglie a tavola e mostrandoti le bellezze dei propri posti”, spiega Antonio De Filippo, presidente del motoclub: “E’ il più grande evento motociclistico del Sud Italia e ne siamo molto fieri, perchè uniamo la passione delle moto a quello della valorizzazione dei nostri luoghi e dei nostri prodotti, un viaggio unico, ricco e totale in Maratea”.

L’evento prosegue oggi, con un tour per le spiagge marateote e la classica notturna al Cristo Redentore, per poi proseguire domani, quando Maratea ospiterà anche la tappa finale dell'”Italian Challenger”, con centauri provenienti anche da Cina e Giappone. Una tre giorni da vivere a pieno, tra rombi di motori, sapori e luoghi da scoprire e valorizzare.