Il Milan allunga, il Napoli migliora – di Mimmo Carratelli

??????????????????????

Si accende il campionato al vertice. Minifuga del Milan (+3 sulla Juve che deve recuperare una partita). Si blocca l’Udinese in casa contro l’Atalanta. La Lazio vince il derby ed è terza da sola. Si avvicina il Napoli (-5 dalla Lazio, -3 dall’Udinese). In zona-retrocessione scatto del Siena.

DERBY – La Lazio si aggiudica il derby romano anche al ritorno (2-1: Hernanes rigore 8’, Borini 16’, Mauri 62’). E’ la seconda vittoria consecutiva della Lazio che arricchisce il suo ruolino esterno (23 punti, si giocava sul campo della Roma). Per la squadra di Luis Enrique seconda sconfitta consecutiva. Ma ha giocato il derby in dieci (8’ espulso il portiere Stekelenburg per fallo da ultimo uomo su Klose e calcio di rigore). In porta  Lobont e fuori Lamela. Pareggiato il conto nel finale per l’espulsione di Scaloni (86’ doppio giallo). La Lazio ha dominato soprattutto nella ripresa sprecando molte opportunità. La Roma si stacca dalla zona europea (-10 dalla Champions, -5 dall’Europa League).

UDINE IN BIANCO – L’Atalanta impone lo 0-0 all’Udinese (terzo pareggio interno dei friulani). Nel finale il portiere Consigli sventa la palla-gol decisiva di Di Natale. Due pareggi, due sconfitte e una sola vittoria per l’Udinese nelle ultime cinque giornate. L’Atalanta mette a segno il quinto risultato utile di fila (due vittorie e tre pareggi).

COLPO AZZURRO – Il Napoli coglie a Parma la quarta vittoria consecutiva (2-1: Cavani 40’, Zaccardo 77’, Lavezzi 86’). Risultato contestato dal Parma che si è visto negare un rigore (braccio di Dossena in area) e ha reclamato per il gol vincente di Lavezzi (fuorigioco di rientro). Il Napoli resta a 5 punti dalla Lazio terza (zona Champions) e si è avvicinato a tre punti dall’Udinese quarta. Situazione critica per il Parma. Due sconfitte e due pareggi nelle ultime quattro partite, appena quattro punti di vantaggio sulla zona-retrocessione.

LICENZIATO VILLAS-BOAS – Si apprende da Londra che il Chelsea ha licenziato l’allenatore Villas-Boas avvicendandolo con una soluzione interna. Roberto Di Matteo, allenatore in seconda, sarà alla guida dei Blues fino a fine stagione. Contatti con Rafa Benitez e Guardiola per il futuro del Chelsea. Villas- Boas è il settimo allenatore liquidato da Abramovic nei suoi otto anni da padrone della squadra londinese. Sarà dunque Di Matteo a guidare i Blues nel match di ritorno col Napoli (14 marzo) per gli ottavi di Champions.

TROPPI PAREGGI – Bloccata la Juventus dal dodicesimo pareggio (record del campionato), quinto in casa e secondo consecutivo, via libera al Milan. Ora è decisivo il recupero dei bianconeri a Bologna mercoledì per non mollare la mezza fuga del Milan (+3). Un Chievo splendido, che anche all’andata aveva imposto il pari alla Juventus (0-0), esce a testa alta dallo stadio bianconero (1-1). In millimetrico fuorigioco il vantaggio juventino con De Ceglie (18’). Meritato il pari di Dramè (76’ con deviazione di Bonucci). Sorrentino con tre parate formidabili (40’ e 58’ su Padoin, 91’ su Pirlo) ha protetto l’impresa del Chievo in serie positiva da tre turni (7 punti). A secco le punte juventine. Matri è fermo a 10 reti, otto meno di Ibrahimovic.  Migliore difesa del campionato, ma l’attacco della Juve è solo il sesto del torneo (38 gol) dietro Milan (53), Napoli (44), Lazio (41), Roma e Palermo (39).

Juve arrembante, ma alla lunga stanca e confusa. Neanche l’ingresso di Del Piero (78’) le ridava slancio e profondità. Il Chievo ha difeso benissimo, allarmando la  difesa bianconera in contropiede. La Juve è ancora imbattuta, ma ha perso il passo. Quattro pareggi nelle ultime cinque partite (7 punti contro gli 11 del Milan).

SUPER IBRA – Rossoneri straripanti a Palermo (4-0), con tre gol di Ibrahimovic (22’, 30’, 35’), un ritorno  clamoroso dello svedese dopo le tre giornate di squalifica, e la quarta rete segnata da Thiago Silva (58’). Sono 16 le vittorie dei rossoneri, primato in campionato. E sono cinque le partite utili del Milan (3 vittorie, 2 pareggi). Attacco da record: 53 gol. Il Palermo incassa la terza sconfitta interna e la seconda consecutiva, tre nelle ultime quattro partite. La difesa con 43 gol incassati è da retrocessione. Più del Palermo hanno subito gol il Novara penultimo (45) e il Genoa (48).

ZONA RETROCESSIONE – Sempre più ultimo il Cesena battuto a Firenze (0-2: autogol Moras 62’, Nastasic 75’). Romagnoli alla deriva: quarta sconfitta consecutiva, record di sconfitte (17). Vittoria propizia per la Fiorentina che si porta a +6 sulla zona-retrocessione. Fallisce il colpo il Lecce (2-2 in casa contro il Genoa: 22’ Sculli, 62’ Muriel, 81’ Brivio, 85’ Sculli) portandosi a quota 25. Posizione aggravata dal successo del Siena sul Cagliari (3-0: Bogdani 40’, Calaiò 80’, Del Grosso 82’). Per la squadra toscana un bel salto in avanti portando a quattro le lunghezze di vantaggio sul Lecce terzultimo. Restano in allarme almeno cinque squadre. Bologna tre punti sopra la zona-retrocessione, Siena e Parma quattro, Fiorentina e Cagliari sei  punti. Ma il Bologna giocherà in serata contro il Novara e potrebbe allontanarsi dalla zona calda. Una partita in meno anche per Parma e Fiorentina: sfida diretta fra le due squadre nei recuperi di mercoledì.

SERIE A – 26^ GIORNATA. Palermo-Milan 0-4, Juventus-Chievo 1-1, Parma- Napoli 1-2, Fiorentina- Cesena 2-0, Lecce-Genoa 2- 2, Roma-Lazio 1-2, Siena- Cagliari 3-0, Udinese- Atalanta 0-0, Bologna- Novara (1-0) Inter-Catania (2-2).

CLASSIFICA: Milan 54; Juventus 51; Lazio 48; Udinese 46; Napoli 43; Roma 38; Inter 37; Palermo e Chievo 34; Catania 34; Atalanta e Genoa 32; Cagliari e Fiorentina 31; Parma e Siena 29; Bologna 31; Lecce 25; Novara 17; Cesena 16.

Due partite in meno: Catania. Una partita in meno: Inter, Novara, Bologna, Juventus,  Cesena, Parma, Fiorentina.

PROSSIMO TURNO. Venerdì 9: Napoli-Cagliari (20,45), Chievo-Inter. Sabato 10: Palermo-Roma. Domenica 11: Atalanta-Parma, Catania-Fiorentina, Cesena- Siena, Genoa-Juventus, Milan-Lecce, Lazio-Bologna (20,45), Novara-Udinese (20,45).

RECUPERI (mercoledì 7 marzo): Bologna-Juventus, Cesena- Catania, Parma-Fiorentina.

CHAMPIONS LEAGUE. Ottavi (ritorno). Martedì 6: Arsenal-Milan (0- 4), Benfica-Zenit (2-3). Il Milan allunga, il Napoli migliora Minifuga del Milan (+3 sulla Juve che deve recuperare una partita). Si blocca l’Udinese in casa contro l’Atalanta. La Lazio vince il derby ed è terza da sola. Si avvicina il Napoli (-5 dalla Lazio, -3 dall’Udinese). In zona-retrocessione scatto del Siena.

NESSUN COMMENTO

Comments