Il 30% degli italiani dice no alle vacanze all’estero per paura di attentati

La destinazione più ambita resta il mare (53%), seguita a pari merito da montagna e città d’arte (11%).

Il sito di sondaggi online Surveyeah.com ha intervistato un campione rappresentativo di italiani riguardo le imminenti vacanze per conto di Homepal.it, il primo portale per trovare casa tra privati senza l’intermediazione delle agenzie immobiliari. Rispetto allo scorso anno cresce di mezzo milione il numero di coloro che andranno in vacanza così come aumenta la durata per il 30% degli intervistati.

A sorpresa però ben il 30% del panel ha dichiarato che a causa dei recenti attentati terroristici quest’anno non andrà in vacanza all’estero; le mete che fanno più paura sono il medio oriente (92%) e il nord Africa (80%), seguite dal sud-est asiatico (70%).

La destinazione più ambita resta il mare (53%), seguita a pari merito da montagna e città d’arte (11%). A pari merito anche la scelta tra albergo (40%) e casa (38%), quest’ultima preferita per la libertà d’orari e per un risparmio in termini di costi.

Per la ricerca della casa vacanze, il 37% gli italiani preferisce non avere intermediari e prenotare online. Questo vale anche per l’acquisto e l’affitto della prima casa che nel 45% dei casi è stato fatto tra privati. Il desiderio degli italiani se avessero una cifra ingente da spendere nel settore immobiliare? Una villa al mare (52%).

“Analizzando i dati abbiamo notato che, in generale, gli italiani sono cautamente più ottimisti riguardo al futuro e tornano a investire nelle vacanze in Italia; questo è un indicatore importante del fatto che il paese piano piano si stia riprendendo” afferma Nicolò Fisogni – Founder di Surveyeah.com”.

“Lo stesso ottimismo è riscontrabile nel settore immobiliare” commenta Andrea Lacalamita – Founder di Homepal.it “nel quale le trattative per la compravendita e affitto di immobili sono in crescita. Nel nostro portale il traffico è aumentato del 70% rispetto allo scorso anno e notiamo che c’è forte attenzione ai costi. Piace molto la possibilità di concludere la trattativa direttamente tra privati, ma sempre con la nostra assistenza”.

Comments