Governo, Sangregorio (MdL): Monti faccia suo lavoro in fretta, poi elezioni

"Condivido la scelta della Camera dei Deputati che ha evitato l’arresto di Nicola Cosentino: i membri della Giunta, e perfino chi rappresentava la Lega, pur avendo votato a favore della richiesta d’arresto del deputato, si erano mostrati perplessi e avevano fatto intendere che si era trattato di un voto politico, e che a leggere con attenzione le carte non si trova alcuna buona ragione per autorizzare la privazione della liberta’. La carcerazione preventiva e’ qualcosa di estremamente sbagliato e lo pensiamo per qualsiasi cittadino: Cosentino, che si e’ dimesso immediatamente dopo il voto da Coordinatore PdL in Campania, potra’ difendersi ora in tribunale e nel caso fosse condannato, anche solo in primo grado, ha assicurato che scomparira’ dalla scena politica. Attendiamo quindi che la magistratura faccia il proprio lavoro, dando la possibilita’ al parlamentare di difendersi da uomo libero". Così Eugenio Sangregorio, Coordinatore del Movimento delle Libertà in Argentina, che prosegue: "Detto questo, desidero anche esprimere la mia opinione sulla situazione politica italiana che viviamo in questo periodo: la gente e’ stanca, si lamenta di questo governo Monti, che ha imposto tasse su tasse e ancora non propone reali misure per crescita e sviluppo".

"Da tempo – ricorda l’esponente MdL – penso che la strada migliore per l’Italia siano le elezioni anticipate, e non ho cambiato idea: sono sempre dell’opinione che solo tornando a dare al popolo il diritto di scegliere i suoi rappresentanti si possa ritrovare quell’equilibrio necessario per portar fuori dalla crisi la nostra amata Patria. Le elezioni, chiunque dovesse vincerle, permetterebbero all’Italia di avere un governo eletto democraticamente, e non nominato con un’operazione di Palazzo. Sono fra quelle persone che pensano che tocchi ai cittadini di una nazione scegliere chi deve essere a governarli: il consenso verso il premier Monti continua a calare, sintomo che probabilmente – dopo un iniziale entusiasmo – gli italiani si stanno rendendo conto che non esiste l’uomo dei miracoli. Se urgenze ci sono, si prendano subito rimedi: ma si vada al voto prima possibile; basta una rapida modifica dell’attuale legge elettorale in senso più rispettoso della volonta’ popolare , per ridare all’Italia la dignita’ di essere governata da rappresentanti eletti liberamente, cosa che renderebbe corresponsabili i cittadini dei comportamenti e delle scelte dei parlamentari. Ogni popolo ha il governo che si merita? Facciamo in modo che sia vero, che il rapporto tra l’elettore e l’eletto sia veramente rappresentativo di una volonta’ e di una convinzione. La democrazia – conclude Sangregorio – ne trarra’ beneficio".

NESSUN COMMENTO

Comments