Governo Renzi parte male – di Antonio Gabriele Fucilone

Silvio Berlusconi, leader di Forza Italia, ha perfettamente ragione a dire che il Governo presieduto da Matteo Renzi non è partito bene.

Appena si è insediato, sono salite la tasse sui carburanti a la TASI sugli immobili. Ora, le accise sui carburanti sono un problema. La mobilità serve a fare sì che le aziende funzionino e che i cittadini possano spostarsi. Se si tassano i carburanti, la situazione diventa problematica. Diventa un problema per le aziende e per i cittadini. Immaginate, per esempio, una persona che abita a Mantova e che lavora a Milano e che, quindi, deve fare del pendolarismo. Se si aumentano le tasse sui carburanti, quel poveretto dovrà pagare di più la benzina che consumerà per spostarsi da Mantova a Milano. Oppure, bisogna immaginare un’azienda che deve mandare in giro i suoi prodotti.

Anche le tasse sugli immobili sono un problema. Esse bloccano il mercato immobiliare. Inoltre, il Governo aveva ritirato il "decreto Salva Roma". Il Sindaco di Roma Ignazio Marino aveva iniziato a fare la voce grossa e ha minacciato di bloccare la città. Anziché mostrarsi decisionista e fare sì che Marino si assumesse le responsabilità, il Governo Renzi cosa ha fatto? Ha dato al Comune di Roma  570.000.000 di Euro. C’è da sperare che almeno il Governo verifichi ciò che faranno Marino e la sua Giunta.

Inoltre, per attuare il suo Job Act, come farà Renzi a trovare le risorse? Il Governo è partito male. L’auspicio è che si faccia almeno la riforma della legge elettorale e che si voti.

Comments