Governo, Paolo Becchi: “Accordo con M5S? Sarebbe la distruzione del Pd”

Prof. Becchi, ex ideologo del M5s: “Gian Roberto Casaleggio sarebbe uscito da questo M5S. In Friuli vincerà Lega e M5S crollerà, a quel punto ripartiranno trattative tra Salvini e Di Maio”

Paolo Becchi

Il Prof. Paolo Becchi, ex ideologo del M5S, sulle trattative tra M5S e Pd ha detto: “Se il Pd accettasse questo accordo con i 5 Stelle verrebbe cannibalizzato. Sarebbe la distruzione del Pd. Che alcuni esponenti del governo attuale siano tentati da questa intesa per continuare ad avere una poltrona ci sta, ma credo che né i gruppi parlamentari né la direzione del Pd arrivino a tanto. Sono convinto che Renzi si farà sentire la settimana prossima”.

M5S senza ideologia e visione. “Il M5S è privo di ideologia, è per questo che ha proposto accordo sia a Lega che a Pd. Il M5S è privo di una visione politica, che aveva Casaleggio padre. Gian Roberto Casaleggio mi disse che: il giorno che il M5S dovesse fare un accordo con il Pd, io uscirei dal Movimento. Mai avrebbe dato il consenso ad un’operazione del genere”.

Ritorno di fiamma con Salvini. “Sono convinto – prosegue Becchi parlando a Radio Cusano Campus – che in Friuli il M5S avrà un forte crollo perché ci sarà una grande affermazione della Lega. Questo influirà a livello nazionale, perché potrebbero ricominciare le trattative tra Salvini e Di Maio, ma con una posizione di maggior forza di Salvini che non farebbe il socio di minoranza di un governo 5 Stelle, perché si porterebbe appresso un centrodestra a sua immagine e somiglianza, con dentro Lega, FDI e una parte di Forza Italia”.