Governo, Mazzocchi (PdL): Uomo si dà fuoco e Monti parla di sondaggi

“Mentre un uomo si è appena dato fuoco davanti all’Agenzia delle Entrate di Bologna per i troppi debiti, i piccoli e medi imprenditori continuano a suicidarsi e non c’è settimana in cui non sentiamo parlare di qualcuno che si è impiccato, il Presidente Monti non trova di meglio da commentare che il gradimento personale del suo Governo e il pessimo consenso dei partiti. E’ vero noi politici abbiamo una responsabilità diretta in questo Esecutivo, la stessa responsabilità che hanno i genitori nel dare la vita e nel crescere un figlio. E se di fronte ad un gesto così disperato che ormai non fa più neanche notizia, il Presidente che abbiamo votato tutti noi non si ferma un attimo a pensare a qualche provvedimento diretto per arginare i debiti delle imprese e delle famiglie, allora abbiamo di più di una semplice responsabilità, abbiamo una colpa e una connivenza e meritiamo di pagare in termini di consenso elettorale”. Con queste parole l’On.Antonio Mazzocchi deputato del Popolo della Libertà e Presidente dei Cristiano Riformisti ha commentato in una nota il gesto disperato di un muratore bolognese. “Auspico che questo Governo prenda seriamente in esame l’alleggerimento della pressione fiscale e metta nell’agenda politica dei prossimi giorni dei provvedimenti a sostegno dell’impresa e del piccolo credito, altrimenti l’intero sistema collasserà entro breve”.

NESSUN COMMENTO

Comments