Governo, Giorgia Meloni: “Premier spetta al centrodestra. Di Maio non ci dividerà”

Leader di Fratelli d’Italia: “Non si tratta di fare una grande ammucchiata, come dice Luigi Di Maio. Sicuramente non faremo l'inciucio con i Democratici come lui sta tentando di fare”

Giorgia Meloni, in una intervista alla Stampa, a proposito dell’attuale situazione politica italiana osserva: “Quello che conta è il comunicato al termine dell’incontro ad Amore. Abbiamo concordato che spetta al centrodestra formare il governo. Di Maio se ne faccia una ragione. Salvini vuole incontrare e discutere con Di Maio? Lo faccia e gli spieghi bene che non riuscirà a dividerci. Saranno i 5 Stelle a dover decidere cosa vogliono fare”.

Meloni, leader di Fratelli d’Italia, continua: “Non si tratta di fare una grande ammucchiata, come dice Luigi Di Maio. Sicuramente non faremo l’inciucio con i Democratici come lui sta tentando di fare, così come non ci faremo dividere dai 5 Stelle: ci hanno provato e non ci sono riusciti”.

Adesso come centrodestra dobbiamo “essere intransigenti e d’accordo sulle questioni che consideriamo imprescindibili, ovvero un presidente del consiglio espressione dei partiti di centrodestra, l’unità della coazione e il rispetto dei principali punti del programma come tasse, incentivi al lavoro, il blocco dell’immigrazione clandestina, garanzie per la sicurezza dei cittadini e sostegno alle famiglie”.

C’è chi dice, come Roberto Maroni, che dopo l’estate si tornerà a votare. Anche per questo “Fratelli d’Italia ha depositato una proposta di legge elettorale con premio di maggioranza: chiediamo venga discussa nella costituenda commissione speciale per gli atti urgenti, a cominciare dal Def. È un modo – conclude Meloni – per mettere in sicurezza l’esito del voto degli italiani nel caso si ritorni alle urne”.