Governo, ecco i 16 ministri di Renzi: la metà sono donne (VIDEO)

Sedici ministri: otto uomini e otto donne. E’ la squadra di governo di Matteo Renzi, segretario del Pd e premier più giovane della storia d’Italia, con i suoi 39 anni.

Sottosegretario alla presidenza del Consiglio sara’ nominato nelle prossime ore Graziano Delrio.

Ecco la lista dei ministri del governo Renzi:

Economia – Pier Carlo Padoan; Interno – Angelino Alfano (Ncd); Affari esteri – Federica Mogherini (Pd); Giustizia – Andrea Orlando (Pd); Difesa – Roberta Pinotti (Pd); Sviluppo economico – Federica Guidi; Infrastrutture e trasporti – Maurizio Lupi (Ncd); Salute – Beatrice Lorenzin (Ncd); Politiche agricole – Maurizio Martina (Pd); Ambiente – Gianluca Galletti (Udc); Lavoro e politiche sociali – Giuliano Poletti; Istruzione, universita’ e ricerca – Stefania Giannini (Sc); Beni e attivita’ culturali – Dario Franceschini (Pd); Riforme e rapporti col Parlamento – Maria Elena Boschi (Pd); Semplificazione e P.a. – Marianna Madia (Pd); Affari regionali – Maria Carmela Lanzetta (Pd).

Scompaiono i ministeri degli Affari europei e dell’Integrazione. Non sono assegnate, per ora, le deleghe alle Pari opportunita’, allo sport, alle politiche giovanili.

IL GOVERNO PiU’ GIOVANE DI SEMPRE E’ di 47 anni e mezzo l’eta’ media del neonato governo Renzi. L’esecutivo guidato dal segretario del Pd batte sia il governo di Enrico Letta, che aveva un’eta’ media di 53 anni, sia il governo di Mario Monti, i cui componenti avevano in media 64 anni. Ora ha 64 anni il ministro piu’ ‘anziano’ del governo Renzi, Pier Carlo Padoan. Mentre la piu’ giovane, Maria Elena Boschi (1981), batte la piu’ giovane della squadra di Letta, Nunzia De Girolamo (1975).

SULLA STAMPA MONDIALE Il nuovo governo di Matteo Renzi fa il giro del mondo. La notizia rimbalza immediatamente come breaking news su Bloomberg e France Presse ed e’ in prima sui siti di diversi media mondiali, tra cui il Financial Times.

SUBITO RIFORME” "Dovendo fare un governo di 4 anni, l’aver impegnato due ore e mezzo" e’ un tempo "di messa a punto ben investito", ha detto Matteo Renzi presentando il proprio esecutivo. Il premier ha indicato tra le priorita’ la riforma del Lavoro. "Il paese non ha alternative, abbiamo la possibilita’ di realizzare le riforme che per anni non si sono fatte". "Puntiamo al 2018 ma puntiamo a fare subito le cose che vanno fatte, altrimenti l’impressione e’ la conservazione per la conservazione".

CIVATI, “RENZI FA DI TUTTO PER FARSI VOTARE CONTRO” "Renzi sta facendo di tutto per farsi votare contro. Maria Carmela Lanzetta aveva votato contro il governo in Direzione nazionale. Ora entra nel nuovo esecutivo come ministro. Le faccio gli auguri, ma non ne sapevo nulla. Ne’ da Renzi, ne’ da lei. Nessuno ha ovviamente inteso avvisare me o i componenti della delegazione ‘civatiana’ in direzione nazionale". Lo scrive su Facebook Pippo Civati. "Per il resto – aggiunge – non sapevo che dopo Gianni e Enrico ci fosse anche un Matteo Letta. Bis. Il rimpasto mi fa venire le bolle".

IL TWEET DI STORACE "Renzi ha congedato la Kyenge promettendole che prima o poi la sinistra tornera’ al governo. E ha chiesto ad Alfano di non fare Casini". Cosi’ il leader de La Destra, Francesco Storace, in un tweet.

IL TWEET DI SANTANCHE’  "Ncd = non cedono divani: Alfano sdraiato all’interno, Lorenzin sdraiata alla Sanità, Lupi sdraiato alle infrastrutture". Lo ha scritto su Twitter Daniela Santanchè (Fi) commentando il nuovo governo Renzi.