Governo, Di Maio: “Bye bye Salvini, ora confronto Pd” [VIDEO]. Il leghista, “meglio il voto”

Luigi Di Maio, leader M5S: “Accetto la richiesta del Capo dello Stato e presto incontrerò il Presidente della Camera per valutare la possibilità di questo percorso”. Matteo Salvini dice no a governi tecnici e no al Pd al governo, “allora meglio le elezioni”

Luigi Di Maio, leader M5S

Luigi Di Maio, capo politico del Movimento 5 Stelle, su Facebook punta il dito contro Matteo Salvini, colpevole a suo dire di non volersi assumere “responsabilità di governo”.

“Sinceramente non capisco come mai preferisca stare all’opposizione per il bene dei suoi alleati invece di andare al governo per il bene degli italiani”, commenta Di Maio, che aggiunge: “Non si dica che non ci ho provato fino alle fine, ma adesso buona fortuna”.

“Ho chiesto a più riprese a Salvini di sedersi al tavolo, è chiaro che abbiamo tanti obiettivi in comune che potremmo affrontare, penso alla sicurezza e al sostegno alla famiglia. Alcuni mi hanno anche detto di aver esagerato nel mio corteggiamento, l’ho fatto perché ho a cuore il bene dell’Italia”.

A proposito di una possibile alleanza con il Pd: “Io accetto la richiesta del Capo dello Stato e presto incontrerò il Presidente della Camera per valutare la possibilità di questo percorso, visto e considerato che dall’altra parte non hanno voluto ascoltare i loro stessi elettori”.

“Quello che valeva per la Lega vale anche per il Pd. Le condizioni non cambiano. Vogliamo un contratto di governo fatto a partire dal nostro programma. Il nostro programma non è né di destra né di sinistra, ma di solo buonsenso e non siamo disposti a rinunciare ai nostri valori”.

“Questa è la settimana decisiva per dare un governo al Paese e sono molto ottimista. Lo sono perché non sarà un’alleanza. Voglio dirlo chiaramente ai nostri attivisti” e rappresentanti nelle Istituzioni.

SE ANCHE TU SEI MALATO DI POLITICA SEGUI ITALIACHIAMAITALIA SU FACEBOOK

A proposito del risultato in Molise: “Fa ridere che si citi il Molise come caso della vittoria del centrodestra, perché lì il centrodestra è fatta di liste civiche e civetta che hanno fatto vincere un centrodestra che in Parlamento è altra cosa, fatto di partiti che hanno preso il 9 e il 4 percento. Noi abbiamo preso il 38,5%”.

SALVINI, “NO A GOVERNI TECNICI. MEGLIO IL VOTO”

“Un governo tecnico? Mai, piuttosto il voto”. Lo ha detto Matteo Salvini questa sera rispondendo a una domanda a margine del comizio a Codroipo, ultima tappa della visita in Friuli Venezia Giulia, cominciata ieri sera a Monfalcone.

“Sapete quale sara’ questa sera la prima notizia sui telegiornali? Che il Presidente della Repubblica oggi ha dato l’incarico al presidente della Camera per provare a formare un governo fra Pd e M5S. Per carità – osserva Salvini -, il presidente fa il suo mestiere. Ma io vi dico che se il voto conta ancora qualcosa, se la democrazia conta ancora qualcosa, gli unici che non possono andare al governo sono quelli del Pd e della sinistra che hanno perso e che domenica perderanno anche qui in Friuli Venezia Giulia”.