Governo, Casini: ‘Obiettivo sia crescita Italia’. Alfano? ‘Può essere futuro PdL’

(MORINI)- FIRENZE 25/02/2012 - CONGRESSO REGIONALE UDC CON PIER FERDINANDO CASINI. - NELLA FOTO: PIER FERDINANDO CASINI DURANTE IL SUO INTERVENTO. FOTO MORINI GIACOMO/ {TM News - Infophoto} Citazione obbligatoria {TM News - Infophoto} **PAROLE CHIAVE** POLITICA UNIONE DI CENTRO CONGRESSO REGIONALE UDC PIER FERDINANDO CASINI UDC CONGRESSO

Primo congresso regionale dell’Udc in Lombardia. Dal palco è intervenuto il leader del partito, Pierferdinando Casini: "Il governo Monti? Non credo che questo corso politico in un anno riuscirà a risolvere tutti i problemi che ci sono in Italia e in Europa; non si tratta di appaltare la politica ai tecnici, ma noi politici dobbiamo assumerci le nostre responsabilità. Monti non è un tecnico, è politico più di me".

Il dopo-Monti? “Nessuno e’ in condizioni di sapere cosa accadrà, ma non possiamo accettare di tornare al passato. Monti lasciamolo in pace, non complichiamo il suo lavoro. Lo spirito di unità nazionale sarà indispensabile fra un anno non meno di oggi".

TAV, "GIUSTO DIALOGARE, MA L’OPERA VA FATTA"  "Si sono persi anni a dialogare, e’ stato giusto dialogare, ma oggi l’opera va fatta perche’ l’Italia rischia di scivolare in serie ‘C’. La mitologia del dialogo e la paralisi delle grandi opere non e’ concessa al nostro Paese che rischia di essere tagliato fuori dall’Europa se quest’opera pubblica non si fa". Per questo, pur rispettando “chi protesta”, e condannando “chi tira le pietre o chi fa violenza nei confronti di poliziotti che prendono 1.300 euro al mese”, l’Udc ritiene che, per quanto riguarda la Tav in Val di Susa, “si deve andare avanti”.

ALFANO? PUO’ ESSERE FUTURO DEL PDL Secondo Casini Angelino Alfano può "dare al Pdl una prospettiva per il futuro". Con il segretario del partito fondato da Silvio Berlusconi, Casini ha “un rapporto di stima”.

‘AMMUCCHIATA’? STIAMO SALVANDO PAESE. ORA CRESCITA Non e’ d’accordo con gli esponenti della Lega che avevano parlato di questo governo come di una ‘ammucchiata’, il leader dell’Udc: "Questa e’ una coalizione che sta salvando il Paese, vediamo come e’ lo spread oggi e come era quattro o cinque mesi fa e dobbiamo ringraziare chi si e’ sacrificato per fare una coalizione di questo tipo. Adesso abbiamo un obiettivo: la crescita, i pagamenti da parte della Pubblica amministrazione alle imprese e il credito alle aziende. Queste – ha concluso – sono le emergenze su cui chiediamo un impegno supplementare del governo". 

NESSUN COMMENTO

Comments