Governo, Berlusconi ancora in campo? Sarebbe un errore – di Marco Zacchera

 

Nel settimanale ping-pong sulla ricandidatura di Berlusconi a leader del PDL alle prossime elezioni 2013 il pendolo si starebbe spostando nuovamente sul “SI”. Personalmente non condivido, l’ho già scritto e lo confermo: il Cavaliere si candidi pure come parlamentare o capolista, ma il centro-destra per cercare di vincere deve puntare ad avere come leader figure nuove, più giovani, come Angelino Alfano o pescando tra i numerosi rappresentanti (bravi!) che il PDL ha negli enti locali o in parlamento. Già la sinistra – ripresentando Bersani – fa probabilmente un autogol e rischia la sconfitta se si dovesse presentare divisa; ma perchè non lanciare a maggior ragione gente nuova nel centro-destra, persone capaci di dare un rinnovato slancio a questo Paese e cambiare le carte in tavola? Quando rischi di perdere sparigli, cerchi la novità, dai delle speranze, non ripercorri strade antiche e con figure che hanno comunque fatto il loro tempo. Coraggio: ce ne vuole tanto per cambiare, ma se non lo si farà nel 2013 la sconfitta è probabile e così si perderanno altri anni preziosi.

 

*già deputato PdL, sindaco di Verbania

NESSUN COMMENTO

Comments