Google Pay arriva anche in Italia, pagare con lo smartphone si può

Uno dei vantaggi? Quando l'utente effettua un pagamento, le transazioni si svolgono usando un numero di carta virtuale e il numero di carta reale resta protetto

Google Pay, il servizio che consente di fare pagamenti ‘contactless’ semplicemente accostando il proprio smartphone ai Pos, arriva anche in Italia. Si tratta di un sistema simile a quello lanciato da Apple e Samsung, gia’ presenti nel nostro paese.

Il vantaggio più grande? Il servizio consente di pagare “in sicurezza” su app, siti e negozi che supportano i pagamenti contactless, specifica Google in un momento di grande attenzione per la privacy. “I dati della carta di credito non vengono memorizzati sul dispositivo tantomeno all’interno dei sistemi del rivenditore – osserva – Quando l’utente effettua un pagamento, le transazioni si svolgono usando un numero di carta virtuale e il numero di carta reale resta protetto”. Al momento di pagare bastera’ attivare lo schermo del telefono e appoggiarlo al terminale per effettuare il pagamento contactless, grazie alla tecnologia Nfc (Near Field Communication).

E’ necessario scaricare e installare un’app per usare Google Pay. Una volta installata e creato un account bisognerà aggiungere una carta di credito, di debito o prepagata (Maestro, MasterCard, Visa) emessa da una qualsiasi delle banche supportate. “Gli utenti possono attivarlo anche nell’app di mobile banking della propria banca”, spiega la societa’ di Mountain View.