Il Giappone resta senza patatine fritte

Un sacchetto di patatine al sapore di pizza, prodotte da un famoso marchio locale, viene venduto sul web a 25 euro

AAA patatine fritte cercasi in Giappone. Ma non si trovano da nessuna parte. Così il prezzo delle patatine fritte in Giappone è esploso, gli scaffali dei supermercati vengono svuotati in questione di minuti. Un sacchetto di patatine al sapore di pizza, prodotte da un famoso marchio locale, viene venduto sul web a 25 euro, quando il suo valore reale non arriva ai due euro. La società che produce queste e tante altre patatine ha annunciato che presto smetterà di produrre questo genere di snack, visto lo scarso raccolto di patate lo scorso autunno.

Tra il 2014 e il 2015 una situazione simile c’è stata quando la diminuzione della produzione di latte nella stessa regione ha portato a un periodo di carenza di burro nel mercato.

Il proibizionismo è forte in Giappone, il Paese mette molti ostacoli all’ingresso di prodotti agricoli stranieri. Por questo, le aziende che producono patatine fritte hanno molte difficoltà nell’importazione di patate fresche.