Giappone, Nasce ‘poliziotto virtuale’ contro virus del web

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

La miglior difesa contro i virus informatici, almeno in Giappone, e’ l’attacco. Secondo indiscrezioni riportate dal quotidiano Yomiuri Shimbun e’ quasi pronto un ‘poliziotto elettronico’ in grado non solo di bloccare gli attacchi, ma anche di individuare velocemente da dove provengono.

Lo sviluppo del ‘vigilante virtuale’ e’ iniziato nel 2008, con un progetto triennale affidato dal ministero della Difesa nipponico all’azienda privata Fujitsu per 178,5 milioni di yen (circa 1,8 milioni di euro). Le prime prove in ambienti virtuali strettamente controllati hanno dato buoni risultati, al punto che il governo di Tokyo sta valutando le conseguenze legislative nell’uso di quest’arma.

La funzione principale del ‘poliziotto informatico’, spiega il quotidiano, e’ di riuscire a tracciare le fonti dei cyber-attacchi, fino ad arrivare ai computer che li originano: ‘I test sono stati ottimi sia negli attacchi di tipo Ddos (distributed denial of service, in cui si colpiscono siti web con grandi moli di dati per costringerli allo spegnimento) – si legge nell’articolo – sia nei tentativi di rubare dati da singoli computer’.

 

 

NESSUN COMMENTO

Comments