Gay, Mazzocchi (PdL): legge sulla famiglia come alternativa a Bersani

“Con una vittoria di Bersani e della sinistra tra 8-9 mesi si inizieranno a celebrare migliaia di unioni gay. Noi cattolici esprimiamo preoccupazione perché mai come oggi la sinistra ha dimostrato di voler approvare tanto a livello locale, quanto con una legge nazionale, il riconoscimento delle coppie gay. Per questo chiederemo a tutti i cattolici di mobilitarsi con quello stesso spirito che ci ha portato qualche anno fa a scendere in piazza con il family day per chiedere alle forze moderate di lavorare per sostenere delle proposte alternative alle coppie gay di Bersani. Faremo fronte comune a difesa della famiglia naturale e chiederemo nelle prossime ore ad Alfano e Berlusconi che il primo punto del nostro programma elettorale sia una legge quadro sulla famiglia, la più grande e rivoluzionaria riforma dal dopoguerra ad oggi che vada a tutelare le giovani coppie, le famiglie numerose e i ceti più deboli. Questa sarà la nostra proposta da presentare agli elettori e grazie alla quale chiederemo di fare un’ ennesima scelta di campo tra le coppie di fatto e i matrimoni di serie b proposti da Bersani e dal centrosinistra e una legge che vada a tutelare milioni di famiglie italiane. Ci piacerebbe, inoltre, capire quali sono le posizioni dei cattolici del terzo polo, in particolare di Casini dell’Udc che in queste ore è caduto in un silenzio sospetto. Ci dica una volta per tutte se è dalla parte dell’Assessore Tabacci e delle proposte di Bersani o se vuole mantenere gli impegni con il popolo del family day che ci chiedeva ‘più famiglia”.

Con queste parole l’On.Antonio Mazzocchi, Deputato del Pdl e Presidente dei Cristiano Riformisti ha commentato in una nota la proposta di Bersani di riconoscimento delle coppie gay.

NESSUN COMMENTO

Comments