Fucsia Nissoli, la deputata leale al governo di sinistra che taglia e tassa

E’ ora di dire basta alle ipocrisie di certi eletti all’estero. Nissoli è la più grande alleata di un governo di sinistra che in questi anni non ha fatto altro che imporre nuovi tagli e nuove tasse agli italiani nel mondo

Fucsia Nissoli è una deputata del Parlamento italiano che è stata eletta alle ultime elezioni politiche dagli italiani del Nord e Centro America. Italiani che a dire la verità stanno ancora aspettando che la loro deputata porti a casa qualche risultato, perché fino ad oggi, pur essendo parte della maggioranza di governo, e quindi sostenendo il governo dei tagli, non è riuscita a fare un fico secco. Di più: è bravissima a intestarsi le vittorie altrui. Come nel caso dell’Ambasciata a Santo Domingo: Nissoli si è svegliata a cose fatte, quando la comunità italiana aveva già lavorato così alacremente da aver convinto il governo italiano a riaprire la sede diplomatica nella RD. Fucsia, ma tu davvero pensi che noi italiani nel mondo siamo dei cretini?

Fucsia Nissoli a Roma pare sia andata a fare la maestrina. Così interroga tutti: da Alfano a Poletti, sono tutti alunni suoi. Interrogazioni che lasciano il tempo che trovano, servono soltanto a lei per avere quelle cinque righe di visibilità sulle agenzie di stampa e niente altro. Che poi le interrogazioni vanno presentate caso mai a inizio legislatura, per mettere le cose a posto, non quando manca meno di un anno al voto. Certe interrogazioni ci sanno tanto di campagna elettorale. Fucsia, perché interroghi i tuoi alunni quando ormai la legislatura sta per finire? Ti piace vincere facile o, ancora, sei convinta che noi italiani nel mondo siamo tutti dei cretini?

E’ ora di dire basta alle ipocrisie di certi eletti all’estero. Nissoli è la più grande alleata di un governo di sinistra che in questi anni non ha fatto altro che imporre nuovi tagli e nuove tasse agli italiani nel mondo. Fucsia è bravissima a spacciarsi per paladina degli italiani all’estero, la verità è che sostiene il governo a guida Pd fin dall’inizio. Allora, cara Nissoli, le diamo una notizia: no, noi italiani nel mondo non siamo tutti dei deficienti. Se ne accorgerà, siamo pronti a scommetterci, alle prossime elezioni.

Daniele Bertozzi, Coordinatore MAIE Nagua