Francia, Segolene ‘straziata’ verso ennesimo sconfitta

Vincere domenica sera a La Rochelle permetterebbe a Segolene Royal di tornare forte e combattiva a Parigi per affrontare ancora un’ennesima battaglia: la corsa alla presidenza dell’Assemblea Nazionale. Ma a tre giorni dal ballottaggio, il futuro della socialista non sembra cosi’ roseo. Dopo un silenzio di 24 ore e qualche mezza parola, Segolene si e’ detta infine ‘straziata’ dal tweet della premiere dame, Valerie Trierweiler, doloroso come una coltellata alle spalle. ‘Non ho voluto reagire subito, perche’ il colpo e’ stato troppo violento. Non posso dire di non essere straziata, non sono un robot’, ha dichiarato al termine di una riunione elettorale. Anche se un colpo di scena e’ sempre possibile, stando ai sondaggi, il dissidente socialista Olivier Falorni dovrebbe schiacciarla alle urne, staccandola di ben 16 punti, un risultato gonfiato dagli apporti della destra. In un’intervista a Liberation, Segolene Royal rivendica rispetto per se’ in quanto madre, ‘i cui figli ascoltano quello che viene detto’.

Ne ha avuti quattro e, come si sa, proprio da Francois Hollande, che e’ stato suo compagno di vita per quasi trent’anni, prima di conoscere la giornalista di Paris-Match. Ma chiede rispetto per se’ ‘anche come donna politica. Cosi’ come deve essere rispettato – ha aggiunto – l’appoggio politico che mi ha dato il presidente della Repubblica’. Quel Francois Hollande che stasera a Roma si e’ rifiutato di fare alcun commento sulla vicenda. Segolene Royal intende ‘tenere duro’, anche in questa battaglia, come sempre. Chi la segue da tempo, come la giovane ministro Delphine Batho, ammette che ha dovuto attraversare tante avversita’. Domenica sera c’e’ il rischio di assistere al triste replay delle primarie socialiste, quando Sego’ in lacrime ha visto il suo destino presidenziale tanto sognato andare in fumo. Ora vorrebbe almeno diventare la prima donna presidente dell’Assemblea Nazionale. Alla peggio continuera’ a presiedere la regione Poitou-Charente, dove si trova La Rochelle. Per scongiurare il piu’ possibile questa prospettiva attacca il suo rivale di scrutinio accusandolo di ‘tradimento politico’. Ma pur uscendo vittoriosa dalle urne, domenica, non e’ detto che Segolene Royal non sia obbligata dagli eventi a rinunciare alla presidenza dell’Assemblea. La sua vita privata la rincorrerebbe ora che il tweet di Valerie Trierweiler ha rimescolato le carte della presidenza normale. Chi conosce bene la socialista pensa invece che non sia il tipo da arrendersi facilmente.

NESSUN COMMENTO

Comments