Foto ‘rubate’ a Villa Certosa, Berlusconi in aula come parte civile e testimone

Il Cavaliere questa mattina ha partecipato all'udienza del processo a carico di Antonello Zappadu, il fotoreporter accusato per le foto scattate nel 2011 all'ex premier e ai suoi ospiti all'interno del parco di Villa Certosa

Mentre le diverse forze politiche sono alla ricerca di un governo possibile, Silvio Berlusconi ha avuto altro da fare nella mattinata di lunedì. Il leader si Forza Italia infatti si è presentato stamattina al tribunale di Tempio Pausania, in Gallura. No, non è lui l’imputato. Il Cavaliere ha partecipato all’udienza del processo a carico di Antonello Zappadu, il fotoreporter accusato per le foto scattate nel 2011 all’ex premier e ai suoi ospiti all’interno del parco di Villa Certosa, la sua residenza estiva di Porto Rotondo.

Zappadu e’ accusato di violazione della privacy per quelle immagini realizzate con l’uso di un potente teleobiettivo. I fotogrammi, che ritraggono Silvio Berlusconi con alcune ragazze e altri ospiti, erano state vendute ai giornali, che le avevano pubblicate.

L’uomo di Arcore per la vicenda è parte in causa, come parte civile e testimone. Dopo aver disertato l’udienza del 22 gennaio per impegni politici, Berlusconi e’ arrivato a Tempio con gli uomini della sua scorta ed e’ comparso in aula per essere ascoltato dal giudice Marco Contu.

“SALVINI STA MALE CON LA GIACCA SBOTTONATA”

“Si allacci la giacca, senno’ sta male. Visto come sta male Salvini che va in giro con la giacca sbottonata?”. Il leader di FI, Silvio Berlusconi, scherza con un avvocato che gli chiede una foto ricordo. Nel video che riprende la scena, pubblicato sul sito dell’Unione sarda on line, Berlusconi si lascia fotografare con un’ammiratrice e poi con l’avvocato Gabriele Satta, che si e’ presentato con Forza Italia alle ultime politiche. “E abbiamo vinto?”, gli chiede con una battuta dalla risposta scontata, visto che la Sardegna e’ stata conquistata dal M5s.

Comments