Forza Italia, Silvia Sardone: ‘nel partito tante zavorre, di Razzi mi vergogno’

"Nel partito abbiamo delle zavorre, gente che e’ li’ da oltre 20 anni. Forza Italia e’ nata contro i mestieranti della politica, ma adesso e’ diventata come gli altri. Abbiamo predicato bene e razzolato male". Lo dice a La Zanzara dice Silvia Sardone, consigliere di zona a Milano di Forza Italia e nuovo volto televisivo del partito di Berlusconi.

Ma chi sono queste zavorre? "Romani e Gasparri si sono, come dire, autodenunciati. Come quei bambini che mangiano il budino di nascosto, la mamma non li sgama e se ne escono da soli a dire: mamma, mamma io non ho mangiato il budino. Si autodenunciano". E poi?: "Considero zavorre la Polverini, Matteoli che e’ alla nona legislatura, ma non ti rompi le balle? Forse a fare la bella vita no…".

"Razzi – dice ancora la Sardone – mi fa vergognare. Ma avete visto il video della canzone? Se lui e’ parlamentare e io consigliere di zona c’e’ qualcosa che non funziona. Quando lo vedo in tv mi metterei sotto una coperta per la vergogna".

E le Olgettine come le consideri? "Ragazze molto diverse da me, ho un altro stile di vita. Io mi sono laureata, ho fatto il dottorato con una borsa di studio, loro hanno un’altra storia. Ma Berlusconi puo’ spendere i suoi soldi come vuole". Berlusconi e’ un perseguitato dalla magistratura? "Lui si’, gli altri no". E Dell’Utri e’ un mafioso secondo lei? "Non penso sia una persona trasparente". 

NESSUN COMMENTO

Comments