Forza Italia divisa sulla fiducia a Conte

Berlusconi e i vertici azzurri confermano, “no a governo grillino, noi all’opposizione”. Ma nel partito c’è anche chi chiede di dire sì al governo gialloverde, “il popolo chiede un cambiamento”

Mariastella Gelmini, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati, intervenendo a Brescia a sostegno della candidata sindaco del centrodestra unito Paola Vilardi, ha ribadito il concetto espresso in un video da Silvio Berlusconi: “Noi saremo all’opposizione del governo Movimento 5 stelle-Lega, un esecutivo pericolosamente grillino – ha sottolineato l’azzurra – con un ‘contratto’ che non risponde alle esigenze degli italiani”.

“Nel centrodestra unito Forza Italia ha un ruolo determinante. Per noi al primo posto ci sono le esigenze dei cittadini e con il nostro leader Berlusconi metteremo gli italiani sempre al primo posto”. Concretamente, “serve una flat tax, misure per l’occupazione, aiuti alle famiglie, infrastrutture, politica industriale. Vogliamo dare risposte concrete ai nostri elettori”.

Anna Maria Bernini, capogruppo al Senato, parlando a Brescia agli Stati Generali di Forza Italia: “Non siamo per il ritorno all’assistenzialismo a pioggia che non e’ mai servito a risollevare nessuno, tanto meno il Mezzogiorno, ma soltanto a perpetuare cattive abitudini. Di questo ci occuperemo in Parlamento incalzando il nuovo governo perche’ il tempo della propaganda e degli spot e’ finito”.

Tuttavia nel partito c’è anche chi la pensa diversamente, come Alessandra Mussolini, che in una lettera a Silvio chiede al Cavaliere di votare la fiducia all’esecutivo del professore: “Se il popolo chiede un cambiamento, Forza Italia deve essere protagonista, guidare questo cambiamento e votare la fiducia al governo”. Difficile però che a questo punto l’uomo di Arcore possa cambiare idea.