Formula1, Ferrari: non ci facciamo illusioni, noi coi piedi per terra

"Ci fa piacere vedere che i nostri tifosi sono felici per gli ultimi risultati ma nessuno a Maranello si fa alcun tipo di illusione". Lo ha detto al sito web ufficiale della Ferrari Stefano Domenicali, assolutamente concentrato, cosi’ come tutta la squadra, verso il prossimo Gran Premio, quello in programma domenica prossima, 29 luglio, all’Hungaroring, alle porte di Budapest. 

"Il fatto di essere in testa al Mondiale Piloti con Fernando non ci fa certo pensare che va tutto bene e che si va col vento in poppa, semmai il nostro pensiero va nella direzione opposta. A Budapest la Red Bull e’ sempre andata fortissimo negli ultimi anni e la McLaren ha dimostrato in Germania di essere tornata all’avanguardia dopo una piccola flessione nella loro gara di casa. E poi ci sono la Mercedes, la Lotus e altre squadre, come Williams e Sauber, che hanno dimostrato di poter, in alcune circostanze, lottare anche per il podio. Come si puo’ capire facilmente, la concorrenza e’ tanto forte quanto numerosa".

Questo pomeriggio il presidente Montezemolo ha voluto fare il punto della situazione con Domenicali e i due piloti, Alonso e Massa, reduci dalla visita nelle zone della Bassa Modenese colpite dal sisma del maggio scorso. "Montezemolo e’ stato come sempre chiarissimo: piedi per terra e lavorare, lavorare, lavorare" – ha proseguito Domenicali – "Dopo Budapest ci aspettano due gare difficilissime come Spa e Monza, dove dobbiamo dimostrare di avere anche sui circuiti veloci un buon livello di competitivita’. La prestazione della F2012 e’ migliorata dall’inizio della stagione ma finche’ non sara’ la macchina piu’ veloce in pista non potremo dirci contenti. La strada e’ ancora lunga davanti a noi e piena di ostacoli. Il primo e, adesso, il piu’ pericoloso e’ farci contagiare dall’euforia proveniente dall’esterno. Pero’ su questo sono tranquillo: siamo vaccinati contro queste cose".

NESSUN COMMENTO

Comments