Firmato accordo Italia-Brasile su patenti di guida. Finalmente

Si tratta del primo Accordo firmato tra i due Paesi durante il mandato del Presidente Temer. Ecco cosa cambia

Nelle scorse ore è stato firmato a Roma dal viceministro degli Esteri Mario Giro e dall’Ambasciatore del Brasile a Roma Ricardo Neiva Tavares l’Accordo sul Riconoscimento Reciproco in Materia di Conversione di Patenti di Guida tra Italia e Brasile. Si tratta del primo Accordo firmato tra i due Paesi durante il mandato del Presidente Temer.

L’Ambasciata d’Italia a Brasilia ha curato i negoziati con l’obiettivo di dare una risposta concreta e rapida ad un’esigenza avvertita dalle comunità italiana e brasiliana residenti nei due Paesi.

Cosa cambia con questo accordo? Il titolare di patente emessa dalle Autorità competenti di uno dei due Stati, che stabilisca la residenza nel territorio dell’altro Stato, potrà convertire entro quattro anni la sua patente, senza dover sostenere esami teorici e pratici.

Fabio Porta, deputato Pd eletto in Sud America, posta la notizia sul proprio profilo Facebook per fugare ogni dubbio. E allega le foto della firma dell’Accordo.

Nelle foto qui di seguito, il viceministro degli Esteri Mario Giro firma l’Accordo sul Riconoscimento Reciproco in Materia di Conversione di Patenti di Guida.