Fincantieri, Bono: Un applauso a Costa Crociere, sistema Italia guardi avanti

fincantieri, l'amministratore delegato Giuseppe Bono

L’amministratore delegato di Fincantieri, Giuseppe Bono, non ha dubbi: l’azienda ha ormai alle spalle il periodo difficile culminato l’inverno scorso con l’accordo sugli esuberi. ‘Ora siamo competitivi, possiamo esserlo a livello internazionale anche in segmenti di mercato come l’off-shore. Ma il sistema Italia deve smettere di piangersi addosso e guardare avanti, avevre coraggio e fiducia’.

Questo l’invito che Bono ha rivolto oggi a ‘tutto il sistema Italia’ in occasione del varo a Venezia di Costa Fascinosa, l’ultima nata in casa Fincantieri e consegnata ufficialmente oggi alla Costa Crociere. La nave parte domani per il suo primo viaggio, affidata alle cure del comandante Ignazio Giardina.

‘Oggi, dati alla mano, ci sono tutti i presupposti per tornare a crescere. Siamo i piu’ competitivi in Europa e possiamo cominciare a guardarci in giro’ ha detto a Venezia, confermando indirettamente le voci secondo cui sarebbe imminente da parte di Fincantieri l’acquisizione del ramo d’azienda off-shore della norvegese STX OSV.

Fincantieri cioe’ continua con la sua produzione navale tradizionale, ma guarda ‘con interesse’ all’off-shore, perche’ ha i numeri e le competenze tecniche per riuscire ad imporsi. Per questo Bono invita il ‘sistema Paese’ ad aiutare realta’ come Fincantieri o Costa Crociere affinche’ ‘continuino ad essere quelle eccellenze italiane che sono’.

Dopo la fase invernale difficile, ‘speriamo che ora le acque si calmino e un po’ e il lavoro aumenti – ha detto Bono – io sono ottimista. Noi siamo nel mercato, e rivendichiamo la nostra presenza. Il Paese abbia il coraggio di guardare il mondo’.

Fincantieri, con le sue competenze, e’ in grado di reggere qualsiasi confronto. ‘Anche se – ha sottolineato Bono – dobbiamo stare attenti dalle minacce che vengono dall’Estremo Oriente, Cina e Giappone in particolare. Loro hanno risorse che noi non abbiamo. Ma la nostra capacita’ competitiva non e’ seconda a nessuno. Per questo la nostra strategia e’ di continuare ad essere i primi nei settori in cui siamo. Ma guardandoci intorno’. L’off-shore puo’ essere una sfida alla portata di Fincantieri.

Bono poi non ha escluso un’eventuale quotazione di Fincantieri in Borsa. Porterebbe piu’ agilita’ finanziaria al gruppo. ‘Non dimentichiamoci – ha concluso – che fatto cento il fatturato, solo dieci viene dal pubblico, attraverso ordini di navi militari. Per questo dico che il paese intero deve avere il coraggio di guardare avanti’.

Comments