“FI vince anche dove non c’è la Lega, vogliamo centrodestra a guida Forza Italia”: parla il big azzurro

“Sbagliato dare un'interpretazione nazionale a questo voto, M5S non è finito. Astensione alta alle amministrative dato molto grave, disaffezione ha raggiunto livelli di guardia”

Marcello Fiori, responsabile nazionale degli Enti Locali di Forza Italia, è intervenuto su Radio Cusano Campus. “Purtroppo c’è un ulteriore calo dell’affluenza. Essendo elezioni amministrative, questo è ancora più preoccupante. Se anche per i sindaci comincia a votare poca gente vuol dire che il processo di allontanamento dei cittadini dalla politica ha raggiunto davvero livelli di guardia. Come FI siamo soddisfatti di questi risultati, ma è il primo tempo della partita, ora ci sono i ballottaggi”.

“Sbagliato dare un’interpretazione nazionale a questo voto. Dire che il M5S è morto è un’analisi sbagliata. E’ evidente che i 5 Stelle non abbiano una classe dirigente adeguata sul territorio, si è capito con Roma e Torino, per questo i cittadini non li hanno votati, ma a livello nazionale è un’altra partita. Centrodestra e centrosinistra hanno un radicamento sul territorio lungo, storico”.

“Dire che Fi vince dove c’è anche la Lega è vero fino ad un certo punto. La Lega da Roma in giù non ha presentato di fatto liste, quindi l’alleanza di centrodestra con tutte e 3 le componenti va dall’Emilia in su, ha un carattere geografico limitato. Noi abbiamo anche degli ottimi risultati anche al sud, come a Catanzaro e Lecce. Sicuramente vogliamo un centrodestra unito e di governo, ma lo vogliamo a guida Forza Italia”.