Festa del cinema bulgaro a Roma, 11esima edizione

Dopo il successo dell’anno scorso in cui la manifestazione ha firmato il suo decennale, la rassegna torna come tradizione alla Casa del Cinema a Roma

L’estate romana parla bulgaro. L’undicesima edizione della Festa del cinema bulgaro a Roma, rappresenta una kermesse ispirata alla grande letteratura e al tema della Libertà. Dopo il successo dell’anno scorso in cui la manifestazione ha firmato il suo decennale, la rassegna torna come tradizione alla Casa del Cinema a Roma, in Largo Marcello Mastroianni, 1, dal 28 giugno al 1 luglio.

Sarà un calendario variegato che vede fra i protagonisti Victor Bozhinov, Alexander Alexiev, Stephan Komandarev, grandi scrittori come Georghi Gospodinov o autori di colonne sonore come Petar Dundakov. In apertura, alla presenza del regista Victor Bozhinov e della giovane star Alexander Alexiev, verrà proiettato Vazvishenie (Elevazione).

Tratto dal romanzo omonimo di Milen Ruskov già vincitore del Premio europeo per la letteratura nel 2014, il film è ambientato nel periodo in cui la Bulgaria si liberò dal dominio ottomano (1877). La colonna sonora del film è firmata da Petar Dundakov. La stessa ambientazione storica del Risorgimento bulgaro, ma raccontata attraverso lo sguardo femminile viene presentata in Voevoda, tratto da un racconto di Nikolay Haitov.

Ampio spazio verrà riservato anche a Georghi Gospodinov, lo scrittore bulgaro più conosciuto in Italia grazie al romanzo Fisica della Malinconia (pubblicato in Italia dalla casa editrice Voland) che nel 2014 è stato finalista del Premio Von Rezzori e del Premio Strega Europeo.

Il film-omnibus 8’19” anima sei brevi racconti di Gospodinov, firmati di alcuni dei più celebri giovani registi della Bulgaria, tra i quali Petar Valchanov e Theodore Ushev, di cui verrà proiettato a seguire anche il cortometraggio d’animazione The blind Vaysha, sempre tratto da un racconto di Gospodinov. In chiusura Directions di Stephan Komandarev, in concorso al 70° Festival di Cannes nel 2017, nella sezione Un certain regard. Road movie ambientato nella distopica Bulgaria degli anni Duemila.

L’ingresso è libero fino ad esaurimento posti. Per informazioni ci si può connettere al sito web ww.festacinemabulgaro.com.