Ferrari cresce in Cina, +75% nel 2011

Nella prima giornata del Salone dell’Auto di Beijing, Amedeo Felisa, amministratore delegato della Ferrari, ha ricordato l’importanza della Cina per la Casa di Maranello, che nel 2011 e’ cresciuta piu’ di quanto abbia fatto il mercato: "In mainland China l’anno scorso abbiamo raggiunto 500 vetture con una crescita del 75% rispetto al mercato di riferimento che e’ cresciuto intorno al 65% – ha affermato Felisa -. Greater China e’ diventata il secondo mercato nel mondo per la Ferrari". Incontrando poi la stampa cinese Felisa ha ribadito il ruolo fondamentale di questo Paese per il Cavallino Rampante: "Quest’anno festeggeremo 20 anni dalla prima vettura venduta a Pechino. Per celebrare questo traguardo nel mese di maggio si aprira’ a Shanghai, presso l’Italia Center dello Shanghai World Expo Park, una grande mostra permanente dedicata alla Ferrari dove presenteremo anche una serie speciale della 458 Italia con una speciale livrea contraddistinta dal caratteristico elemento cinese del "longma", il leggendario dragone-cavalllo, che simboleggia perfettamente la cultura cinese e il Marchio della Ferrari . In mainland China – ha concluso Felisa, la Ferrari ha una rete di 15 dealer che diventeranno 20 entro la fine del 2012".

NESSUN COMMENTO

Comments