Federica Pellegrini, il triangolo no (o forse sì…) – di Simona Aiuti

Bella, gambe chilometriche e che te lo dico a fare, fisico scultoreo. Scontato per una ragazza di ventitre anni che colleziona medaglie d’oro nuotando come una spigola, ma ci vuole anche carattere! Federica Pellegrini ha quella che si chiama la “bellezza dell’asino” dovuta alla gioventù e un caratterino non male, viste le sfide vinte in acqua e fuori. Ha sfilato a suo tempo il fidanzato alla collega francese Manadou, che furente lanciava anelli in pubblico e faceva scenate, poi Fede ha vinto l’ansia e se vuole, cambia fidanzato tra un tatuaggio e l’altro, come qualunque ragazza della sua età.

Dolce e premuroso l’ex fidanzato Luca, anche troppo, e quindi una sferzata di passione in una caldissima estate non guasta. Il gossip non ha ostacolato il podio e Federica dopo aver archiviato Marin senza versare una lacrimuccia, e dopo aver fatto melina dietro l’occhialetto sornione e ciuffo ribelle, è stata tanata proprio con Filippo Magnini; ma le sarà dispiaciuto? Direi di no!

E la fidanzata Cristiana di lui quante lacrime avrà versato? Non lo sappiamo, ma presto dirà la sua, come il fidanzatino tradito ha già promesso, non nascondendo astio e risentimento. Quel feeling malcelato, quel gioco di sguardi, il filarino nato a Tenerife, e che stava per venire fuori qualche mese fa, alle gare romane dei “Sette Colli”; ma appena dribblato lo scandalo, ecco che ci risiamo di nuovo.

Poi, a Shanghai, Federica ha cominciato a sorridere con gli occhi a cuoricino, e Luca Marin ferito nell’onore si fa vedere in riva al mare d’Ibiza tra un mojto e un daiquiri con una morettina niente male: foto che sanno di rivalsa, altrochè!

Fede ribelle e decisa, lei forte d’indole e di testa, bizzosa talvolta, sgranocchiatrice di allenatori cui dà il benservito senza battere ciglio, caratterialmente è difficile da  dominare, ma è assolutamente campionessa in vasca e luccica d’oro facendo spallucce e chi la critica per la condotta. Non ha forse il diritto di vivere come le altre coetanee?

Luca timido in apparenza, ma cavallo di razza, dichiarò una prestazione a letto con Fede la campionessa di quasi un’ora, e forse ha solo sbagliato disciplina sportiva visti i tempi cronometrati.
Ma l’orgoglio morde il maschio latino: infatti mentre lei era sugli altari, lui restava sullo sfondo e qualcosa non andava. Poi arriva lui, Filippo il tenebroso, prestante, sorriso abbagliante, apoteosi del maschio latino che trasuda testosterone e noi qui ad attendere le prossime puntate.

NESSUN COMMENTO

Comments