Fausto Bertinotti, “oggi la sinistra politica non ha nulla da dire”

“Se come stiamo oggi si va verso il voto con un sistema proporzionale il candidato premier è una finzione, una futura finzione, un imbroglio”

“Bersani ha detto che Pisapia sarà leader? Io sono il meno adatto a dire se si stia o meno muovendo qualcosa, perché penso che sul terreno della democrazia rappresentativa, sul terreno parlamentare, la sinistra politica non ha in questo momento niente da dire”. Ne è convinto Fausto Bertinotti, che parlando a Radio Cusano Campus prosegue: “Basta parlare dell’immigrazione, dello ius soli, della disoccupazione giovanile, per vedere l’irrilevanza della sinistra politica. C’è una sinistra sociale di grandissimo interesse in tutte le sue articolazioni, ma la sinistra politica non ha nulla da dire”.

Sul Movimento Cinque Stelle: “Si parla del candidato premier, anche questo è il segno di una derealizzazione della politica. Il candidato premier ha senso in generale quando in un sistema maggioritario fondato sulle coalizioni ogni coalizione indica il proprio candidato che di fatto può essere scelto dagli elettori. Se come stiamo oggi si va verso il voto con un sistema proporzionale il candidato premier è una finzione, una futura finzione. Perché dopo le elezioni si creerà una coalizione che indichierà un premier. Parlare del candidato premier è un imbroglio”.

NESSUN COMMENTO

Comments