F1, Nico Rosberg: “Ritirarmi scelta migliore, ho altre passioni”

“Invece alcuni piloti pensano solo a guidare per sempre”. A prendere il posto di Rosberg in Mercedes sara' Bottas, ma "avrei preferito Alonso”

Nico Rosberg esclude passi indietro. Intervistato da “Marca” a Ibiza, il pilota tedesco vincitore dell’ultimo Mondiale di Formula Uno e’ tutt’altro che pentito del ritiro, anzi. “Non ho paura del fatto che potrebbe venirmi voglia di tornare perche’ ho fatto la scelta migliore. E poi ho altri interessi, altre passioni, mentre per altri piloti l’unica cosa che conta e’ guidare”.

A Rosberg probabilmente non manchera’ Hamilton anche se, precisa, “non e’ stato orribile lavorare con lui, e’ uno dei migliori piloti della storia e batterlo e’ stata la cosa migliore che potessi fare”. A prendere il posto di Rosberg in Mercedes sara’ Bottas, ma “avrei preferito Alonso, sarebbero stati fuochi d’artificio con Hamilton – osserva il tedesco – ma Bottas e’ veloce e puo’ fare molto bene”.

“Ho avuto una carriera fantastica e ho avuto la possibilita’ di chiudere questo libro con un finale incredibile. Ora spero che il prossimo capitolo sia altrettanto importante e di successo. Voglio percorrere una strada che mi permetta di restituire qualcosa alla gente da cui ho ricevuto molto”.

rosbergRosberg non esclude un futuro da ambasciatore Mercedes (“stiamo parlando sul da farsi, per adesso continuo a lavorare per gli sponsor del gruppo”) mentre sulle voci che lo vorrebbero impegnato nel cinema commenta: “Fare l’attore mi piacerebbe, ma non e’ la mia priorità”.

Sul fatto che qualcuno abbia storto il naso sulla sua decisione di appendere il casco al chiodo, Rosberg fa spallucce: “L‘85% delle persone mi ha applaudito per essermi ritirato quando ero in cima, poi ci saranno sempre quelli che criticano ma non c’e’ un momento giusto o sbagliato per smettere, e’ un semplice cambio di lavoro”.