F1, GP Bahrain: poker di pole per Hamilton, ma Vettel fa paura

Lewis Hamilton domina tutte e tre le manche delle qualifiche del Gran Premio del Bahrain, firmando la quarta pole position su quattro. Il suo 1’32"571 risulta imbattibile, ma dietro, unico insieme al campione del mondo della Mercedes a scendere sotto il muro dell’1’33" e’ Sebastian Vettel.

Il pilota tedesco riesce cosi’ a centrare l’obiettivo di questa giornata di qualifiche sul circuito di Sakhir, portare la Ferrari in prima fila per poi giocarsi tutto domani in gara dove il passo della SF15-T e’ molto simile a quello della W06, anche se attualmente nel giro secco Hamilton riesce ad essere piu’ veloce di 411 millesimi.

Grande sconfitto di questo turno di qualifica nel deserto e’ quindi Nico Rosberg. Dopo le polemiche post Shanghai, infatti, il tedesco non solo si e’ dimostrato piu’ lento del compagno di squadra alla Mercedes, ma anche del connazionale della Ferrari. Per lui 1’33"129 con Kimi Raikkonen piu’ lento di 98 millesimi. Un grande risultato anche per il finlandese che pur partendo dal lato sporco della pista, cosi’ come il team mate, ha assolto al compito di tenere dietro le due Williams a motore Mercedes che dopo le prove libere facevano un po’ paura. Invece, le monoposto di Grove si dovranno accontentare della terza fila. La lotta intestina e’ stata vinta da Valtteri Bottas che con 1’33"381 ha fatto meglio di quasi quattro decimi rispetto a Felipe Massa.

Domani sara’ importante vedere come si svolgera’ la partenza. Le Williams cercheranno di conquistare qualche posizione per non rimanere dietro alle Ferrari che nel passo gara sembrano superiori alla FW37. Stesso discorso vale per gli occupanti della seconda, con Rosberg che non vorra’ rimanere dietro a Vettel oltre che al compagno di squadra ma che ha ancora in mente la partenza della Cina. Cosa faranno i due che occupano i primi due posti in griglia non e’ facile da decifrare. I due assommano ben sei titoli mondiali e certamente non ci terranno a commettere errori che potrebbero pesantemente condizionare la gara di entrambi.

I favori, ovviamente, sono tutti per Hamilton, ma cosi’ come in Malesia bisognera’ vedere come si comporteranno le gomme. la stategia sara’ importante, chi la indovinera’ sara’ sicuramente sul gradino piu’ alto del podio alla fine.

Queste qualifiche hanno mostrato che ancora la Red Bull e’ lontana dai primi tre team. Ricciardo partira’ dalla quarta fila con il settimo tempo. Al suo fianco la Force India di Nico Hulkenberg, mentre in quinta grande prestazione per Carlos Sainz jr.. Il pilota spagnolo ha portato la sua Sauber a moore Ferrari al nono posto, davanti anche alla Lotus-Mercedes di Romain Grosjean.

Settima fila con il 14° tempo per Fernando Alonso. Lo spagnolo si e’ qualificato per la prima volta per la Q2, mostrando i piccoli progressi che sta facendo la sua McLaren-Honda. Non ha avuto la stessa fortuna il suo compagno di team Jenson Button che non e’ riuscito a terminare nemmeno un giro cronometrato e quindi scattera’ dall’ultima posizione. Delusione anche per Daniil Kvyat. Il russo di Roma, infatti, ha commesso degli errori di guida e quindi non e’ riuscito ad accedere alla Q2 e domani partira’ dalla penultima fila con il 17° tempo.

NESSUN COMMENTO

Comments