Exit poll Europee, in Italia vince il Pd. In Europa avanti il Ppe

A European People's Party (EPP) fan holds a poster bearin the name of EPP's candidate for the European elections, during the announcement of the elections' results on May 25,2014 at the EPP Headquarters in Brussesls. European Parliament elections mark the start of a new, five-year European Union political cycle, with a raft of new leaders to be installed. Over 380 million voters choose 751 members (MEPs) with the number of seats per country reflecting population size. AFP PHOTO / GEORGES GOBET

Urne chiuse pochi minuti fa, alle 23. Si conclude così la domenica elettorale che ha visto chiamare al voto 49 milioni di italiani per le Europee. Partono i primi exit poll. Secondo quelli presentati dal Tg di La7, durante lo speciale condotto da Enrico Mentana, sarebbe il Pd ad avere vinto, in Italia, le elezioni europee: quello di Matteo Renzi sarebbe il primo partito con il 33%, con una copertura del 70%.

Sempre secondo gli exit poll di La7, il Movimento 5 Stelle avrebbe il 25,5%, Forza Italia 18%, Lega Nord 6%.

Anche secondo i dati dell’intention poll realizzato da Coesis Research e dall’Istituto Piepoli, il Pd sarebbe il vincitore italiano delle Europee, piazzandosi fra il 29,5% e il 32,5%. Al secondo posto ci sarebbe il Movimento 5 Stelle, tra il 25 e il 28%.

Forza Italia sarebbe al terzo posto e avrebbe raccolto tra il 18 e il 20% dei voti. Quarta classificata sarebbe la lista Ncd-Udc tra il 5 e il 7%. La Lega Nord sarebbe sicura di superare lo sbarramento e avrebbe tra il 4,5 e il 5,5%. Incerto il risultato della Lista Tsipras che sarebbe tra il 3,5 e il 4,5%. A forte rischio Fratelli d’Italia – Alleanza Nazionale tra il 3 e il 4%. Scelta Europa fuori tra il 2 e il 3%. Altri 2-3%.

L’AFFLUENZA IN ITALIA Secondo il Viminale, alle ore 23 l’affluenza sarebbe del 53,84%. Dato relativo a 1.252 Comuni su 8.057.

EXIT POLL EUROPEE, PPE IN VANTAGGIO I conservatori del Partito popolare europeo (Ppe) sono in testa alle elezioni europee, con 211 seggi nel prossimo Parlamento europeo, davanti ai socialisti (193) mentre gli euroscettici ne raccoglierebbero in tutto 130. E’ quanto emerge dalle prime proiezioni sugli exit poll a cura dall’Europarlamento.

I liberali resterebbero il terzo gruppo con 74 eurodeputati, seguito dai Verdi (58) e la sinistra radicale (47), seconda questa proiezione ottenuta dagli exit poll nei Ventotto Paesi dell’Ue.

BOOM DEI GRUPPI “NON ISCRITTI” E “ALTRI” Balzo al Parlamento europeo per la galassia dei movimenti e dei partiti euroscettici e delle nuove forze che entrano per la prima volta nell’Aula di Strasburgo, fra cui il Movimento 5 Stelle. Sommando i gruppi di ‘Non iscritti’, ‘Altri’ e Efd porterebbero nel nuovo Parlamento europeo circa 129 eurodeputati.

Secondo le proiezioni del Parlamento europeo, i partiti che al momento fanno parte dei ‘Non iscritti’, che non appartengono quindi a nessun gruppo, eleggono 40 europarlamentari, mentre del gruppo ‘Altri’, che riunisce i nuovi membri del Parlamento non alleati ad alcun gruppo dell’Aula uscente, faranno parte 56 europarlamentari. Inoltre Efd, il gruppo della Liberta’ e della Democrazia, avrebbe 33 eurodeputati.

L’AFFLUENZA DEGLI ITALIANI IN EUROPA Si attesta al 6% la percentuale definitiva di affluenza al voto per le europee degli italiani che sono andati alle urne negli altri Paesi dell’Ue. Il dato e’ riportato dal Viminale. L’afflluenza era al 7,44% nelle precedenti elezioni europee.

NESSUN COMMENTO

Comments